27ma Serie A, Juventus Inter 2-0: le voci dei protagonisti

Pubblicato il autore: Andrea Pertile Segui
Juventus Inter
TORINO –  Nel primo posticipo della ventisettesima giornata di Serie A, il 176° derby d’Italia tra Juventus ed Inter termina con la vittoria dei bianconeri per 2-0, grazie alle reti di Bonucci al 47′ (assist involontario di D’Ambrosio, il difensore bianconero insacca alle spalle di Handanovic) e Morata all’83’ su calcio di rigore. Con questa vittoria, la Juventus allunga a 5 i punti di distacco sul Napoli (che giocherà domani contro la Fiorentina). Per l’Inter, invece, si tratta della settima sconfitta in questo campionato.
Juventus Inter 2-0, le voci dei protagonisti
LEONARDO BONUCCI: “VOGLIO VINCERE A LUNGO CON QUESTA MAGLIA”. – 
Ecco le parole del difensore Juventino al termine della sfida vinta contro l’Inter: “Pensavo alla rabbia da mettere subito dentro in campo. Abbiamo fatto due pareggi, troppi. Bene per la vittoria, ora andiamo avanti. Dentro la mia esultanza del gol c’era tutto. Vincere è speciale e voglio continuare a farlo qui. Ripeto, voglio che questa sia la stagione più bella della storia bianconera. In questo periodo stiamo facendo tutti bene, a partire dal grande Gigi Buffon anche stasera. Vogliamo continuare così”.MASSIMILIANO ALLEGRI, ALLENATORE JUVENTUS: “SCONFITTA L’INTER, ORA PENSIAMO ALLA PARTITA DI MERCOLEDI’. CHIELLINI USCITO IN VIA PRECAUZIONALE” – Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, l’allenatore bianconero analizza così la prestazione della sua squadra: “Oggi è stata una bella partita: abbiamo creato subito diverse occasioni, aggredendo la partita e dandoci una svegliata come ci eravamo promessi. I ragazzi hanno fatto bene, ma nel primo quarto d’ora c’era da capitalizzare. Poi è arrivato il gol subito all’inizio del secondo tempo su rinvio sbagliato. Si tratta di una vittoria in meno in vista dell’obiettivo finale, in più abbiamo tagliato fuori una diretta concorrente. Fiorentina-Napoli? La guarderò e me la godrò, visto che pur in caso di vittoria del Napoli saremo sempre in testa. Pensiamo a una gara per volta, ora conquistiamoci la finale di Coppa Italia mercoledì a Milano, recuperiamo e pensiamo a questa. Chiellini? E’ uscito in via precauzionale dopo un dolore al polpaccio. Dovremo lavorare per migliorare il livello tattico per evitare il pressing del Bayern, cosa che ci tornerà utile nelle altre partite. Bisogna scegliere bene la giocata e avere maggiore serenità. Loro martedì ci hanno dato molta pressione, abbiamo sbagliato l’uscita per merito loro. Ce la giocheremo come fosse una finale. Se ci mettono le corde bisogna trovare altre soluzioni per vincere”.

Leggi anche:  San Paolo acceso tutta la notte in memoria di Diego Maradona

PIERO AUSILIO, DIRETTORE SPORTIVO INTER: “E’ UNA SCONFITTA CHE BRUCIA, MA DEVE ESSERE CONTESTUALIZZATA” – Per l’Inter, nelle interviste del dopogara, in sostituzione del tecnico Mancini, in silenzio stampa per motivi di salute, ha parlato Piero Ausilio, che commenta così la sconfitta dell’Inter subita dalla Juventus. “La sconfitta fa male, ma va anche contestualizzata. Qui hanno perso anche Napoli, Fiorentina, Roma e Milan, non sono questi i punti che mancano, ma quelli persi in casa con squadre non della qualità della Juve, avevamo fatto un ottimo primo tempo e non la ripresa, sbagliato nell’occasione del gol anche un errore. Io penso che gli schemi nel calcio centrino poco, conta di più lo spirito e la personalità, oggi c’erano due sistemi identici, oggi qualche duello lo dovevamo vincere negli uni contro uno. Le cose che abbiamo fatto sul mercato erano concordate, non potevamo prendere giocatori inarrivabili o a cifre non congrue, non potevamo risolvere i problemi in mezzo al campo e fare qualcosa in più.Oggi abbiamo perso perché siamo mancati in personalità, attenzione e concentrazione, non ammissibile per chi gioca nell’Inter”.

Leggi anche:  Morte Maradona, la dedica di Papu Gomez: "Oggi è morto il calcio"
  •   
  •  
  •  
  •