Adriano compie 34 anni. Tanti auguri Imperatore!

Pubblicato il autore: Giuseppe Buonadonna Segui

adriano

Adriano Leite Ribeiro: uno dei rimpianti più grandi del calcio europeo, forse mondiale. Si, perché Adriano è stato un rimpianto. Acquistato ad appena 19 anni dall’Inter, il talento brasiliano dimostra subito di poter diventare un crac del grande calcio con la sua forza fisica impressionante e con il suo tiro mancino che aveva una potenza tale capace di spaccare in due la traversa. Dopo quasi 100 gol con la maglia nerazzurra, 27 reti con la nazionale verdeoro, e la conquista di tre campionati italiani, due coppa Italia, tre supercoppe italiane, una coppa America e una coppa Libertadores, “l’imperatore” viene considerato da molti uno dei giocatori più forti del panorama mondiale.
Come spesso succede però, soprattutto ai giocatori brasiliani, la testa complica la vita professionistica del giocatore, in particolar modo dopo la morte del padre, Adriano stesso, dichiara di essere caduto in depressione, ed è spesso vittima di scoop giornalistici dovuti alla sua chiacchierata vita notturna e al suo frequente abuso di alcol.
Nonostante questo cerca in tutti i modi di ritornare forte e decisivo come nel passato, prima nell’Inter di Mourinho, con cui stringe anche un ottimo rapporto, poi alla Roma, e poi con il ritorno in Brasile; ma nulla da fare: il miglior Adriano è terminato con la morte del papà.
Ora, il 34enne brasiliano sta cercando fortuna nel Sud America, giocando con il Miami United, club statunitense militante nella NPSL, il quarto livello calcistico degli Stati Uniti.
Tanti auguri a quel che resta di un giocatore, che forse anche con un po’ di fortuna, sarebbe diventato sicuramente uno dei giocatori più forti dell’ultimo ventennio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie A, Inzaghi su Lazio-Udinese: "Non bisogna sottovalutare gli avversari"
Tags: ,