Allegri: “Futuro? Oggi sto bene qui. Dubbio Bonucci”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

Foto Daniele Badolato / LaPresse 16 07 2014 Torino (Italia) Sport Calcio ESCLUSIVA JUVENTUS Conferenza stampa del nuovo allenatore della Juventus Massimiliano Allegri   Nella foto: Massimiliano Allegri Photo Daniele Badolato / LaPresse 16 07 2014 Turin (Italy) Sport Soccer Juventus new coach Massimiliano Allegri press conference In the picture: Massimiliano Allegri

Vigilia in casa bianconera per la trasferta di domani a Frosinone. Da poco è terminata la conferenza stampa del tecnico Max Allegri, ecco le sue parole:

Inizia Allegri: “Prima di cominciare penso sia doveroso fare un grosso in bocca al lupo per Martin. Per noi è una grossa perdita, sia come ragazzo sia come calciatori”.

Terrà conto dei diffidati?: “Non ne terrò conto. L’unico dubbio riguarda Bonucci. Domani è una partita dove i tre punti contano come tutte le altre. Una gara dova all’andata abbiamo lasciato due punti a casa. E’ una squadra che ha fatto molto bene soprattutto sui calci piazzati”.

Il suo futuro?: “Ogni cosa a suo tempo. Oggi sto bene qui, ho un contratto con la Juventus e intendo rimanere qui per il futuro della squadra”.

Leggi anche:  Champions League 2020/21, le probabili formazioni della quinta giornata e statistiche

Giocherete a 4, dovesse riposare Bonucci?: “Al suo posto potrebbe giocare Rugani, in mezzo. Oppure potremmo pensare a una difesa a quattro. Non fa differenza, l’importante è tenere il passo del Napoli verso lo scontro diretto”.

Com’è la situazione a centrocampo?: “Sturaro è recuperato completamente. Asamoah rientrerà in settimana, così come Khedira. Mandzukic difficilmente recupererà per il Napoli. Chiellini è tra i convocati, Evra rimarrà a casa”.

Come sta Hernanes?: “Sta bene, è cresciuto molto fisicamente ed è a disposizione. E’ un giocatore importante e recuperato”.

Considera una parentesi la partita di mercoledì scorso?: “Non scordiamoci che l’anno scorso abbiamo passato un periodo vincendo molte partite 1-0. Ci sono momenti in cui giochi meno bene, le cosiddette partite sporche. Conquistandole si aumentano le probabilità di vincere lo scudetto”.

Leggi anche:  Dove vedere Atalanta Midtjylland streaming e diretta Tv Champions League

Che aria tira intorno al Napoli e alla Juve?: “Per il Napoli può saperlo solo Sarri. Per la Juve, dopo la partita contro il Verona c’era grande euforia all’esterno. E quella contro il Genoa è stata una gara che ci ha riportato con i piedi per terra”.

Zaza avrebbe giocato?: “Non posso scegliere, avrò solo Dybala e Morata. E giocheranno loro”.

Si è pentito di aver fatto un mercato proiettato alla qualità e non alla quantità?: “Non sono pentito. Ma non potevo sapere di Caceres. Ho comunque Rugani e Padoin. E potrei tornare a quattro”.

  •   
  •  
  •  
  •