All’Hellas di Del Neri il derby di Verona

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Bentegodiverona

Un derby al cardiopalma, quello tra Hellas Verona e Chievo. E’ la squadra di Del Neri a portarsi subito all’attacco ma non riesce ad inquadrare la porta. Il Chievo si difende ma si concede qualche ripartenza veloce per cogliere in controtempo gli scaligeri. Al 18′: colpo di testa di Toni ma debole e para Bizzarri. Il Verona insiste. 20′: cross di Wszolek da destra per la testa di Toni: ancora parata. 27′: punizione da destra: ionita di testa: alto oltre traversa. Prima vera occasione da gol per gli scaligeri: cross per Pazzini che si infila a destra e tenta il diagonale alla sinistra del portiere: troppo debole: è il 29′. Al 31′ viene atterrato in area: è rigore. Tira lo stesso Toni, Bizzarri para ma sulla respinta il numero 9 è più lesto e infila: è il meritatissimo 1-0. Sulle ali dell’entusiasmo il Verona insiste: al 36′: Pazzini fallisce il 2-0 con un diagonale che esce di un niente alla sinistra di Bizzarri. Ancora Verona al 38′: conclusione da fuori di Siligardi: alta oltre la traversa. Il Chievo tenta alcune sortite offensive in area ma la difesa fa buona guardia. Al 41′ colpo di testa di Pisano: alto di poco sopra la traversa. Al 44′ Pazzini finiscegiù in area ma l’arbitro fa proseguire. Inizia la ripresa.  L’inizio è  blando ma è il Chievo ad avere in mano il gioco. Conclusione da fuori, alta sopra la porta difesa da Gollini. Al 13′ Pazzini raccoglie un cross dalla sinistra e di destro batte Bizzarri: è il 2-0. I clivensi provano a riorganizzarsi  e tentano di rendersi pericolosi su calci da fermo. Al 22′ punizione dal limite del Chievo: para Gollini . Il verona si chiude. Al 25′ il Chievo guadagna un rigore: viene ammonito Moras che poi viene espulso per proteste. Batte Pellissier che spiazza Gollini. Il Verona prova a ripartire: Pazzini al 27′ ruba palla ma tira anzichè crossare e cicca il pallone. Al 33′ rosso a Spolli, già ammonito, per fallo su Emanuelson. Il Verona cerca di chiudere la gara: al 39′ Ionita salta di testa: Bizzarri para sulla linea. Il Chievo cinge d’assedio la porta del verona ma la difesa riesce a salvare. Cinque minuti di recupero e si continua a soffrire. Al 92′ Ionita trova un gran gol con conclusione da fuori area sulla quale nulla può Bizzarri. Una vittoria meritata e ottenuta con il cuore per l’Hellas Verona che ora ci crede veramente. Il Chievo ha giocato la sua onesta partita ma non è riuscito a sfondare, rimanendo comunque in partita fino all’ultimo. Ora il prossimo impegno per la squadra di Del Neri è ad Udine mentre il Chievo di Rolando Maran ospiterà il Genoa. Ora gli scaligeri sono ad un solo punto del Carpi, che domani andrà a Torino, sponda granata. Bisognerà però fare la corsa sulla qaurt’ultima: è un bel campionato dove tutto sembra possibile. Una grande spinta la vittoria nel derby. Il Chievo è una buona squadra e guadagnerà la salvezza, ma oggi è stato travolto anche dalla forza della disperazione di un avversario che non vuole arrendersi mai. Toni tra i migliori dell’Hellas, nel Chievo valido il portiere Bizzari oltre a Pellissier, autore dell’unica rete ospite.
MASSIMILIANO GRANATO

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Esonero Maran, giorni di riflessione per Preziosi: si pensa al ritorno di Nicola ed al vecchio pallino Semplici