Attesa Balotelli, certezza El Sharaawy. Rimpianti Milan e festa giallorossa

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Italy forward Mario Balotelli, left, celebrates with his teammate Stephan El Sharawy after scoring during the World Cup Group B qualifying soccer match between Malta and Italy at the National Stadium Ta' Qali in Valletta, Malta, Tuesday, March 26, 2013. (AP Photo/Antonio Calanni)

Forse nel Milan di oggi avrebbe fatto molto più comodo rispetto all’attuale Balotelli. Stephan El Shaarawy, anche ieri decisivo con la sua doppietta, sta diventando un giocatore fondamentale nello scacchiere della  Roma targata Luciano Spalletti. Ed i numeri sono tutti a favore dell’ex giocatore del Milan che poi proprio tanto ex rossonero non è in quanto a giugno se la Roma non dovesse pagare il riscatto di quasi 14 milioni di euro il giovane attaccante tornerà nuovamente a Milanello. Il confronto con Mario Balotelli, ad oggi, è quasi “mortificante” con El Shaarawy che sta dimostrando sul campo di valere molto di più rispetto al suo vecchio compagno di squadra in rossonero. L’El Shaarawy di Roma è un giocatore rinato, che ha voglia di sacrificarsi, di giocare per la squadra e che sta dimostrando di avere i numeri per risultare decisivo anche in una squadra dove solitamente i ” nuovi” fanno fatica ad affermarsi, vedi Dzeko. E così al Milan probabilmente qualcuno adesso starà rimpiangendo la scelta fatta a gennaio quando di ritorno dal Monaco El Shaarawy sarebbe potuto anche restare in rossonero prima invece di essere spedito a Roma perchè probabilmente ritenuto estraneo al progetto tattico di Mihajlovic. Un progetto tattico che però, ad oggi, risente molto della carenza di giocatori offensivi sui quali puntare . Tolti Bacca e Niang il Milan può contare su Balotelli ma i numeri della stagione del giocatore in prestito dal Liverpool sono tutt’altro che esaltanti. E se paragonati a quelli di El Sharaawy danno la dimostrazione di quanto sia stato grande l’errore commesso dalla dirigenza rossonera nel lasciare partire il giovane ” Faraone”. Con la maglia della Roma El Sharaawy ha messo a segno 4 gol in 5 partite, giocando 390 minuti.  Con la media di un gol ogni 97 minuti giocati. Balotelli, invece,  in undici presenze ha realizzato soltanto un gol, giocando 479 minuti venendo spesso utilizzato da Mihajlovic soltanto nei minuti finali delle partite. E così la Roma adesso sogna il clamoroso ritorno in zona scudetto grazie proprio alle prestazioni di El Shaarawy mentre il Milan, a detta del presidente Berlusconi, spera ancora in un processo di maturazione di Balotelli per confermarlo anche la prossima stagione in maglia rossonera…….

Leggi anche:  E' morto Diego Maradona. Ecco come stava El Pibe de Oro nelle ultime settimane
  •   
  •  
  •  
  •