Auguri Callejon, i giocatori cantano “Un giorno all’improvviso” (VIDEO)

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta Segui

CALLEJON-2014

Jose Callejon, esterno spagnolo e mezzapunta del Napoli, ha festeggiato ieri sera i suoi 29 anni con una festa in un locale di Posillipo. Presenti tra i suoi compagni di squadra anche Marek Hamsik, Gonzalo Higuain, David Lopez, Raul Albiol e Pepe Reina. L’estremo difensore partenopeo ha anche dedicato al compagno di squadra un affettuoso messaggio sul suo profilo ufficiale Twitter: “Auguri frate! Oltre che un grandissimo calciatore che suda questa maglia sempre, sei un grande uomo per bene! TVB assaj”. Alla fine della serata, prima del classico taglio della torta, Callejon e compagni hanno cantato all’unisono il coro che segna il finale di ogni partita interna della squadra allo stadio San Paolo “un giorno all’improvviso”. Callejon e Christian Maggio, che oggi compie 34 anni, festeggeranno in giornata a Castel Volturno con tutti i compagni e mister Maurizio Sarri.

Tempo di festeggiamenti in casa Napoli, non che gli uomini di Sarri non siano concentrati per la partita di sabato, ma a volte bisogna anche evitare di pensare troppo e di rilassarsi, facendo altro, pensando ad altro. La festa di compleanno di Callejon è arrivata nel momento giusto, a sviare per una sola serata l’attenzione da sabato sera, dalla Juventus, dallo Stadium di Torino, dal campionato e dall’Europa League. Certo che i pensieri nelle teste degli uomini del mister toscano sono veramente tanti, in una stagione che fino ad ora sta confermando tutto quello che di buono c’è a Napoli: “ma ancora non abbiamo fatto niente”, verrebbe da dire al tecnico che sta facendo un lavoro straordinario. Era molto tempo che la squadra di Callejon e compagni non avevano tutte questi pensieri, tutte queste pressioni, tutta questa gioia che potrebbe trasformarsi in euforia o in tragedia sportiva, in pianti di gioia o di delusione ma sempre lacrime perlate dal cielo. Ecco cosa rispecchia questa squadra, il colore del cielo, l’azzurro delle maglie riflette quello di una giornata napoletana, dove si usa dire “ogni giorno c’è sempre il sole”.

E il sole lo hanno portato questi ragazzi ai tifosi napoletani, Callejon e compagni hanno saputo riportare un entusiasmo alla città che non si vedeva da tanto tempo. Il paragone fatto con il Napoli e il tempo di Diego Armando Maradona è davvero improponibile: il Pibe de Oro è stato un giocatore unico nel suo genere, il migliore di sempre (per chi scrive), mai nessuno come lui, e quel dieci che sulle sue spalle è diventato leggendario, “la maglia numero dieci contro le brutture del mondo”. Simbolo di bellezza e grazia, ma al tempo stesso di sregolatezza e di disarmonia, Diego è Diego, quel Napoli era un’altra cosa.

Leggi anche:  San Paolo acceso tutta la notte in memoria di Diego Maradona

Oggi Callejon e compagni stanno facendo rivivere le stesse gioie ai loro tifosi, che aspettano da trent’anni di vincere il campionato, come ai tempi di Maradona non come con Maradona. Oggi ci sono altri ragazzi, altri uomini, altre regole, altri interpreti, un’altra aria: sono giovani come Callejon, sono bravi ragazzi come Callejon. Il sogno che stanno facendo vivere ai tifosi, e la reale forza sprigionata in campo dal Napoli di Callejon e compagni, ha un’atmosfera epica, nonostante la sua prospettiva sia intimistica, proprio come il coro da stadio “un giorno all’improvviso” cantato nell’intimità di una cena tra amici, spezzata per un momento da quel tweet che immortala una vigilia spensierata.

Il video del coro dei giocatori del Napoli è stato girato dal vivo da un loro tifoso, che lo ha poi condiviso su facebook, Ciro Barone. Di seguito il link del video postato dal tifoso.

Leggi anche:  Lazio, Hoedt multato per il video sull'aereo biancoceleste

https://www.facebook.com/ciro.barone.92/videos/10208863131286594/

  •   
  •  
  •  
  •