Bologna-Fiorentina: pari con affanno per i viola

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

federico-bernardeschicropped_avh132gprwf01fej8syiku1br

C’è il pubblico delle grandi occasioni al Dall’Ara, per il primo anticipo dell 24^ giornata tra Bologna e Fiorentina. I felsinei schierano il trio Mounier-Destro-Giaccherini mentre a sorpresa Sanchez, che sostituisce lo squalificato Sousa, lascia in panchina sia Kalinic che Ilicic. La prima azione è appannaggio della squadra di Donadoni con un tiro di Destro dopo soli 3′. All’8′ tocca alla viola portarsi in avanti: Bernardeschi da destra serve Babacar che di testa non aggancia. E’ una bella gara, vibrante e giocata alla pari. Le migliori occasioni sono sui piedi di Tello al 32′ ( il portiere devia ) e di Donsah al 37′, con parata di Tatarusanu, agevolata dalla deviazione di un compagno.  Nella ripresa l’allenatore viola toglie Babacar ( una prova non molto convincente la sua ) per Kalinic: ci si augura che il numero 9 viola si sblocchi. Al 56′ Mati Fernandez trattiene per la maglia un avversario: Banti, sventola il secondo giallo per il cileno e lo manda anzitempo negli spogliatoi. Potrebbe essere la svolta per il Bologna, invece è la Fiorentina a passare: fuga di Tello sulla sinistra che serve l’accorrente Bernardeschi: la conclusione infila Da Costa alla sua sinistra: è il 54′. Trascorrono tre minuti e il Bologna pareggia con una rete fotocopia: Giaccherini raccoglie un cross da destra e in area infila Tatarusanu: il pari galvanizza la squadra di Donadoni, che si getta in avanti alla ricerca della rete del vantaggio. Al 74′ Taider conclude da fuori area: Tatarusanu si supera e devia il pallone oltre il sette alla propria destra. La Fiorentina è un pugile suonato all’angolo: è in dieci e sta soffrendo. All’80’ entra Zarate per l’ottimo Tello: l’argentino si muove bene e prova a ripetere l’impresa contro il Carpi ma incide poco: al 40′ è lui a concludere da fuori area, ma la palla finisce alta.  All’86’ Donsah fugge sulla propria destra e conclude: Tatarusanu di piede devia alla propria sinistra. L’assedio si fa serrato: il cronometro scorre veloce e i felsinei sentono di doverci provare fino in fondo. Al 93′ l’ultima emozione: Tatarusanu para una conclusione ravvicinatissima di Floccari: finisce in parità ed è un pareggio che va stretto alla Fiorentina, che rischia seriamente di essere superata dall’Inter, che sarà ospite dell’Hellas Verona. Visto come si era messa la gara, con l’espulsione di Mati Fernandez è un punto d’oro: però bisognerà rivedere qualcosa. Desta stupore la scelta di schierare una sola punta di ruolo come Babacar. Il Bologna ha imposto a lungo il proprio gioco e la Viola, specie nella ripresa, ha rischiato il ko. La difesa non è andata male, ma nei momenti chiave ha rischiato seriamente di traballare. Il Bologna si rialza parzialmente dopo la sconfitta di Frosinone, anche se rimpiange l’occasione perduta: nella ripresa gli uomini di Donadoni hanno dominato in lungo e in largo e solo il portiere viola, oltre alla sorte, hanno impedito la debacle. Il Bologna ora è atteso al Friuli dove affronterà l’Udinese, mentre la Fiorentina, domenica sera, ospiterà l’Inter per una gara chiave del campionato. Bisogna subito lasciarsi alle spalle questo pareggio per pensare subito a questa gara importantissima.

Leggi anche:  Lukaku il gigante Internazionale

MASSIMILIANO GRANATO

  •   
  •  
  •  
  •