Campionato Primavera: Juventus che vince e convince

Pubblicato il autore: dariolignana Segui

calciomercato Juventus
La Juventus Primavera di Fabio Grosso vola sulle ali dell’entusiasmo, grazie alla decima vittoria consecutiva maturata in campionato, che ha permesso a capitan Romagna e compagni di tenere alle spalle le dirette inseguitrici, che ora guardano attonite la fuga della Vecchia Signora. A farne le spese, questo week end, è stata la Virtus Entella diretta concorrente, insieme alla Fiorentina, al primato nel girone A (con Sassuolo e Torino ancora in corsa e  pronte a giocare un brutto scherzeto alle dirette concorrenti). Le reti dello spagnolo Lirola e dell’italiano Cassata hanno permesso alla formazione di Grosso di mettere un altro importante sigillo sul casellario delle vittorie, portando morale e fiducia in un ambiete che la scorsa stagione non ha vissuto di particolari emozioni, rendendo certamente sotto le aspettative. Le partenze di Vitale ed Udoh, trasferiti a Lanciano nel corso della sessione invernale di mercato, sembrano non aver sortito alcun effetto negativo nell’economia e nell’aspetto tecnico-tattico del gioco della compagine bianconera, che, al contrario, ha dimostrato di mantenere una solidità importante sia dal punto di vista della rosa, che del livello del gioco. L’infortunio di Muratore ha portato certamente la società a dover intervenire sul mercato, trovando poi nei piedi di capitan Romagna la risposta alle defezioni che riguardano la linea mediana (impiegato già da Grosso in quella posizione, in alcune uscite stagionali). Il numero quattro bianconero, sembra pronto al salto tra i big, così come Favilli, che vanta già un esordio nella massima serie, e il numero dieci della formazione bianconera Clemenza, calamitato ormai in orbita prima squadra e per il quale si sono già affacciate alla porta di Corso Galileo Ferraris molte società di Serie B e Lega Pro, interessate alle prestazioni del giovane talento della Primavera bianconera. Una realtà solida e compatta, costruita cementando le fondamenta, partendo dalla presenza tra i pali di Audero (da tempo ormai aggregato alla formazione di Massimiliano Allegri), una garanzia per Romagna e compagni, passando poi per la linea a quattro difensiva condotta dallo stesso capitano e dal compagno di reparto Blanco Moreno, giungendo alla linea mediana, dove troviamo Cassata ad agire sulla corsia esterna, bravo a sfornare ogni qual volta ne ha l’opportunità una serie spropositata di cross interessanti, assistiti dalla regia del trequartista Clemenza, che funge da supporto a Favilli e l’astro nascente Kean (classe 2000), sempre più in orbita Primavera, viste le sue qualità eccelse. Ora la squadra di Grosso si dovrà preparare attentamente alla gara di ritorno, valida per strappare il pass per la finale di Coppa Italia, contro la Fiorentina, avversario ostico, ma che i bianconeri hanno saputo mettere alle corde nella gara d’andata portando a casa una vittoria di misura grazie alla rete del cipriota Kastanos. Un appuntamento fondamentale per capitan Romagna e compagni, che proprio oggi hanno saputo del sorteggio del prossimo torneo internazinale di Viareggio, che li vedrà impegnati in un girone che sulla carta pare ampiamente alla portata della formazione allenata dall’ex campione del mondo Fabio Grosso, ma nel calcio si sa: nulla è mai deciso in partenza, parola al campo…

Leggi anche:  Comunicato del Napoli: "Nessuna lite tra Gattuso e calciatori"
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: