Capitan Mihajlovic si riprende il Milan e la classifica: “Oggi è stato più bello che vincere al novantesimo”

Pubblicato il autore: Ilaria Ceracchi Segui
c27ef62d4e15ccf17a08b155ba369e57_169_xl
Quello di ieri sera è stato soprattutto il derby di Sinisa Mihajlovic. Una vittoria netta e schiacciante del Milan su un Inter sempre più confusa e in preda ad una crisi nera. In soli 4 giorni ha incassato 6 gol: 3 dalla Juventus in Coppa Italia, e l’altra metà dai rossoneri nella stracittadina di Milano. Eppure a inizio stagione, la squadra di Mancini, sembrava essere una delle candidate favorite allo scudetto, ma qui vale il detto “i cavalli buoni si vedono all’arrivo”. Infatti, partita dopo partita stanno venendo fuori i limiti e le lacune dei neroazzurri: una formazione poco compatta, senza gioco lineare e poca intesa fra le varie parti. Insomma, forse il rinnovamento della rosa è stato, ahimé, eccessivo e azzardato. Tuttavia, c’è ancora molto tempo affinché l’Inter termini la stagione raggiungendo l’obiettivo prefissati: quello di tornare in Europa, competizione in cui le milanesi sono assenti da troppo tempo ormai.
Il vero protagonista della notte meneghina è stato, però, il Milan e il suo capitano Sinisa Mihajlovic. Durante i 90 minuti il tecnico serbo non ha mai mollato i suoi ragazzi, ha messo in scena un misto di urla, gioia ed esultanze fuori dagli schemi, dettate, senz’altro, dalla grande soddisfazione di aver conseguito una vittoria così piena, e per molti, inaspettata, contro l’Inter. La sua avventura a Milano, almeno finora, ha vissuto momenti altalenanti, fatti di alti e bassi. Più volte messo sul banco degli imputati dalla società stessa per una scarsa continuità, Sinisa ieri sera ha saputo dimostrare a tutti la sua validità e la sua intelligenza tattica che ha dato largamente i suoi frutti. Dopo la gara, ha rilasciato dichiarazioni che lasciano trapelare la gioia e l’importanza di questo successo per lui, per la squadra e per la società. Queste le sue parole rilasciate a Mediaset Premium nel post partita: E’ la gioia più bella da quando alleno, i derby restano speciali e sono felice per il presidente che è il nostro primo tifoso. Sono contento per i tifosi, la società e per i miei ragazzi che se lo meritavano. Abbiamo battuto nettamente Inter e Fiorentina, abbiamo pareggiato a Roma, ma meritavamo di vincere. Dobbiamo continuare a lavorare e su questa strada perché manca ancora molto”. Poi il mister rossonero commenta l’esultanza plateale per il rigore sbagliato clamorosamente da Icardi: “Sono contento, era decisivo, se avessimo subito gol, chissà come sarebbe finita, mi sono rotto pure i pantaloni sulle ginocchia. E’ stato meglio di vincere al 90′, siamo stati anche fortunati una volta ogni tanto”Sinisa conferma quali sono gli obiettivi di stagione del Milan: “In questo momento come ha detto Barbara Berlusconi siamo da Europa League e faremo di tutto per lottare per un posto Champions e se dovessimo riuscirci Barbara sarà contenta ma il campionato è ancora lungo, dobbiamo recuperare la condizioni di alcuni giocatori che sono ancora indietro e quando avremo tutti, vediamo. Pensiamo gara dopo gara. Sfruttiamo ancora poche occasioni e sfruttandole tutte sarebbe diverso. Dobbiamo tenere questa mentalità e questo spirito, ci sono cose da migliorare ma è normale”. Le parole di Sinisa sono state riportate da Tuttomercatoweb.com. 
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Roma-Cska 5-1, Mou: "Bene solo il risultato, il resto non mi è piaciuto"