Crisi Torino, avanti con Ventura o spazio a Moreno Longo?

Pubblicato il autore: Angelo Risso Segui

Ventura-LongoCrisi Torino, avanti con Ventura o spazio a Moreno Longo? In casa granata dubbio amletico per il futuro immediato.

Situazione difficile, complicata a dir poco grottesca quella che si sta vivendo in queste ore in casa granata. Circolano un sacco di notizie, per ora prive di fondamento, ma sicuramente in società crediamo si stia discutendo quale potrà essere la giusta strada da seguire per l’immediato futuro.
La sconfitta di ieri contro il Chievo ha di fatto sollevato un polverone, con Giampiero Ventura che ora vede traballare e non poco la sua panchina. Candidato eventuale in sua sostituzione? Gran bella domanda. Il mercato dei tecnici disponibili non offre attualmente una grande scelta, considerando che, chiunque venga interpellato difficilmente accetterà di traghettare la squadra fino a fine stagione. Nessuno obiettivamente sarebbe così pazzo. Obiettivo minimo per un tecnico sarebbe almeno quello di poter allenare la squadra anche per la prossima stagione. Si potrebbe pensare ad un contratto con una clausola salvezza, ma al momento non si sembra questa la miglior strada percorribile da parte di Urano Cairo. E allora inevitabilmente si medita seriamente su Moreno Longo come possibile successore, promosso sul campo dalla Primavera alla Prima squadra. Un bel salto nel buio, inutile negarlo. Una soluzione che lascia infetti eventualmente non poche perplessità, nonostante grande sia la stima e l’amore del popolo granata nei confronti di Moreno. Si perché per Longo si tratterebbe certo di una grande, grandissima occasione, ma che patata bollente, bollentissima si troverebbe fra le mani?

Leggi anche:  60 colpi in 25 giornate, ma è la continuità (soprattutto con le piccole) a rendere l'Atalanta temibile

Elevatissimo è il rischio di bruciare un tecnico così talentuoso.
Tifoseria quindi oltre che frastornata, divisa più che mai. C’è chi ancora difende a spada tratta il tecnico che non viene ritenuto come il maggior artefice di questa crisi granata. Chi invece è disposto a dargli fiducia fino al termine del campionato nella speranza di salvare il salvabile. E chi infine è disposto al grandissimo azzardo Longo pur di non vedere più in panchina il tecnico genovese.
Una bella gatta da pelare.
Giornata di fuoco quella odierna che potrebbe darci delle risposte, oppure proprio nessuna.
Azzardiamo che se entro oggi non ci saranno notizie, domani Ventura sarà normalmente in Sisport per la ripresa dei lavori e che le prossime due partite saranno dunque l’ultimatum da parte di Urbano Cairo.

Leggi anche:  Una riserva di lusso sempre pronta al momento giusto: la sicurezza tra i pali di Marco Sportiello

Ma c’è il rovescio della medaglia da non sottovalutare, perché sulla carta le prossime due gare sarebbero in teoria abbordabili ed alla portata del Torino. Domenica prossima a Palermo e quella dopo ancora in casa contro il Carpi. Fallirle significherebbe trovarsi in una situazione di quasi non ritorno, dal momento che poi i granata si troverebbero a sfidare successivamente le “grandi” del campionato.

Ci vorrà comunque, qualunque sia la decisione presa da parte della società una grande prova di maturità da parte della tifoseria, perché c’è una stagione da salvare.

Nessuno all’inizio si sarebbe aspettato di dover arrivare a questo punto, ma è successo e quindi come sempre bisognerà affrontare la dura realtà così come è già capitato tante altre volte in casa Toro.

Se Ventura verrà confermato, ci vorrà il consueto sostegno da parte di tutti.

Leggi anche:  Dove vedere Sorrento Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?

Lo stesso sostegno, che dovrà essere raddoppiato, anzi triplicato se non quadruplicato se si volesse puntare su Moreno Longo. In questo dovranno essere più che mai i tifosi granata a dover fare la differenza, comprendendo le difficoltà del caso.

  •   
  •  
  •  
  •