Del Piero: “Dybala e Higuain sono numeri uno ma…”

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta Segui

Higuain-e-Dybala

Alex Del Piero, ex capitano ed ex numero 10 della Juve, presenta la supersfida di stasera tra la Juve e il Napoli. Del Piero presenta su Sky “Una sfida da 10”, programma in onda venerdi alle 23.30 e sabato alle 18.40 su SkySport. Del Piero parla del passato e del presente di questa sfida che ha segnato un’epoca: “Juve Napoli è sempre stata una sfida con grande fascino. Non si è vista soltanto in serie A, ma anche in serie B dove si è giocata la partita più attesa dell’anno, molto più attesa di tante altre in A, perché due grandi squadre giocavano nella categoria inferiore e si sfidavano per ripartire, tanto che a fine anno sono state promosse entrambe nella massima divisione”.

Una sfida che parte da molto lontano, dice Del Piero, ma che oggi offre il meglio della serie A Tim: “Credo che il Napoli di oggi, il Napoli di Sarri, sia un Napoli che ha trovato, ovviamente, una sua identità difensiva, una sua compattezza e ha regalato freschezza in attacco, con Higuain che segna in tutte le partite, supportato da Hamsik. Speriamo che con questa partita molti dei giocatori stellari si consacrino ancora una volta e ancora di più. A differenza del Napoli, la Juve si è concessa il lusso di perdere tanti punti all’inizio, dopo questi anni fantastici, dopo le 4 vittorie consecutive dello scudetto. Gli addii di Pirlo, Vidal e Tevez sono costati tantissimo all’inizio, per quanto riguarda l’adattarsi al gioco, il conoscersi. Però, sono arrivati dei talenti altrettanto validi. È incredibile quello che hanno fatto finora, c’è tanto di Allegri anche in questo, perché ha saputo dare una serenità diversa, c’è tanto dei giocatori, ma c’è tanto di Juve nel suo insieme”.

Il big match di questa sera allo Stadium di Torino vedrà affrontarsi due campioni come Dybala e Higuain, osserva Del Piero: “Credo che Dybala sa l’esempio perfetto di quello che è la Juve di quest’anno; il grande acquisto iniziale, tanti soldi, cambio generazionale, da Tevez, che aveva un’età, a lui. Il tempo ci dirà se Dybala può essere un grande per la Juve. Dipenderà da diversi fattori. Oggi ci sono tutte le premesse perché questo accada, perché sta reggendo molto bene le pressioni sotto tutti gli aspetti. Higuain ha ovviamente una storia diversa da quella di Dybala, ma in egual misura oggi è la presenza numero uno del Napoli. Innanzitutto per il numero di gol, perché segna a ogni partita. Oggi tutti gli atteggiamenti sono visti in maniera positiva, anche l’arrabbiatura per un gol mancato o per un passaggio non perfetto di un suo compagno fa trasparire la voglia di volere qualcosa di più. Credo che Higuain oggi rappresenti il top per quanto riguarda la prima punta, la punta che deve sempre farsi trovare pronta, che deve essere un grande finalizzatore, che deve essere pronto a tutto”.

Alex Del Piero, uno che di partite di questo livello ne ha giocate veramente tante nella sua lunga e gloriosa carriera, ora si trova a dover commentare invece che giocare. Uno sgarbo ad un campione, una fine naturale di un uomo che sia in campo e fuori è sempre stato chiamato tale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Champions League 2020/21, le probabili formazioni della quinta giornata e statistiche