Di Francesco conferenza: “La Roma può riprendersi dalla prossima. Missiroli out”

Pubblicato il autore: Edoardo Evangelista Segui

Di Francesco conferenza
Di Francesco conferenza: partita speciale per il tecnico del Sassuolo, 101 presenze e 15 gol in giallorosso dal 1997 al 2001. La Roma può riprendersi, non da domani ma dalla prossima“. Ci scherza su in conferenza stampa Eusebio Di Francesco, interpellato sulle concrete possibilità che quella della Roma torni a rappresentare una candidatura credibile almeno per l’Europa che conta. Un parere interessato quello del tecnico del Sassuolo, che vuol bene davvero alla Roma, avendoci giocato per quattro, intense stagioni e mettendo insieme 101 presenze condite da 15 gol. Un’opinione doppiamente interessata, dato che anche se non lo ammetterà mai, non esiste alcun dubbio attorno al fatto che Di Francesco aneli a sedere sulla panchina giallorossa prima o poi. Con l’arrivo di Spalletti sarà più poi che prima, ma siamo sicuri che il nome dell’allenatore abruzzese tornerà ad occupare le pagine dei principali quotidiani nazionali non appena alla Roma si riproporranno le dinamiche ambientali che ciclicamente accompagnano il destino degli allenatori della Magica. Del resto una buona fetta della piazza romana ha più volte indicato nell’ex giocatore della Roma dal 1997 al 2001, un nome spendibile seriamente per il futuro dei propri colori.

Di Francesco conferenza: “Salah manca di continuità, ora hanno un sistema di gioco diverso ma penso ai miei“.
Loro hanno giocatori con qualità note – afferma Di Francesco esprimendosi sulla cifra tecnica di alcuni giocatori giallorossi alla luce delle novità tattiche introdotte da Spalletti -, ora adottano un sistema di gioco diverso. Hanno preso El Shaarawy, ma hanno anche Pjanic, Nainggolan, Salah che è un ottimo giocatore, pecca in continuità, ma ha ottime qualità. Comunque io penso principalmente a preparare la mia squadra“. Sono passate alcune settimane dall’insediamento del tecnico di Certaldo sulla panchina della Roma, ma il ricordo dell’esperienza targata Garcia, soprattutto del suo triste epilogo, è ancora troppo fresco per non cedere alla tentazione di tornare sull’argomento e di chiedere a Di Francesco di dire la sua in merito. “Io mi devo preoccupare tanto della mia squadra – taglia corto la guida tecnica degli emiliani -. Certe situazioni vanno vissute dall’interno per capirle, da fuori si fatica a giudicare. Spalletti ha tutte le carte in regole per riuscire, lo conosco da allenatore e da giocatore, abbiamo un ottimo rapporto, è una brava persona e un ottimo allenatore“, dice parlando del collega che attualmente siede sulla panchina della Roma.

Leggi anche:  Europa League 2020/21, le probabili formazioni della quarta giornata e statistiche

Di Francesco conferenza: “Con la Roma per l’impresa, mancano solo loro delle big e ci siamo andati vicini più volte“.
Quella di domani è una partita dal sapore particolare per Di Francesco, è inutile negarlo, e non solo per i motivi già ricordati. La Roma rappresenta infatti l’unica big alla quale il Sassuolo non è ancora riuscito a fare lo scalpo dal suo storico approdo nella massima serie, ormai tre anni fa. Inter, Juventus,Milan, Napoli, Lazio e Fiorentina: tutte sono cadute almeno una volta contro gli emiliani, tranne la Roma. Il fatto che i suoi siano andati a più riprese vicini alla vittoria contro i giallorossi costituisce un motivo ulteriore per provarci con ancora più convinzione stavolta, come sottolinea il tecnico pescarese: “Ci siamo avvicinati così tanto all’impresa che non vediamo l’ora di poterla fare. Domani dobbiamo fare prima tutto una grande gara, noi giochiamo per vincere. Giocheremo per sfatare il tabù. Saremo determinati, cattivi e aggressivi dall’inizio”.
Parlando del momento attraversato dalla squadra e soffermandosi in particolare sulla trasferta di Bergamo, lancia un monito volto a ricordare ai suoi che non è il momento di sedersi sugli allori di una salvezza praticamente raggiunta con largo anticipo. Il rischio che vuole scongiurare, chiaramente, è quello di un calo di concentrazione che porti ad una serie di risultati negativi, anche se l’avversario di giornata costituisce di per sé un grande stimolo a cercare l’ennesima impresa contro una grande: “No, assolutamente no (afferma sugli episodi arbitrali con l’Atalanta dicendo di non pensarci più e di non esserne amareggiato, ndr) non abbiamo tempo di pensare a quel che è stato, dobbiamo pensare a preparare la partita con la Roma nel migliore dei modi. A Bergamo ho visto un ottimo approccio. Dobbiamo migliorare negli ultimi 20-25 metri, fa parte della crescita, ma vedo grande voglia e determinazione e dobbiamo averla fino alla fine. Il Sassuolo sta facendo grandi cose, ma non deve accontentarsi, pensando partita dopo partita possiamo toglierci ancora grandi soddisfazioni“.

Leggi anche:  Roma, Ecco il lavoro di Tiago Pinto

Di Francesco conferenza: “Missiroli rientra dalla prossima. Meno male che chiude il mercato“.
Infine, Di Francesco spende una parola per Missiroli, che sarà assente domani: “Non penso sarà a disposizione per domani. Sarebbe prematuro rischiarlo per questa gara, oggi lo rivalutiamo coi medici, ma è giusto farlo rientrare da mercoledì”, e sulla finestra di mercato, in chiusura proprio in queste ore: “Non vedo l’ora che chiuda perché non c’è niente da fare. Ma vi assicuro che io nella testa ho la Roma, non il mercato“. 

  •   
  •  
  •  
  •