Dopogara di Sassuolo Roma, le parole di Spalletti: ”Risultato che ci dà tranquillità”

Pubblicato il autore: Livio Cellucci Segui

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - FEBRUARY 02:  AS Roma coach Luciano Spalletti looks on before the Serie A match between US Sassuolo Calcio and AS Roma at Mapei Stadium - Città del Tricolore on February 2, 2016 in Reggio nell'Emilia, Italy.  (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

 

Il fischio finale di Sassuolo Roma arriva praticamente in concomitanza con le esultanze dei giallorossi per il goal del 2-0 di El Shaarawy, che ha di fatto chiuso definitivamente la partita in favore della Roma. Naturalmente la vittoria del Mapei Stadium rilancia le ambizioni della Roma di Spalletti, che a questo punto può credere concretamente nella rincorsa al 3° posto buono per la Champions. Anche se, va detto, la Roma vista in campo non è affatto una squadra imperforabile: se Berardi per esempio non si fosse ”suicidato” calcisticamente dal dischetto, a quest’ora probabilmente si starebbe tutti a parlare della solita ”Rometta” col ”braccino”, incapace di chiudere le partite ed incapace di uscire indenne dagli assalti del Sassuolo. Sta di fatto però che il campo ha parlato, consegnando la seconda vittoria consecutiva alla Roma e dando a Spalletti la possibilità di arrivare felice davanti ai microfoni: ”Stasera abbiamo fatto una buona prestazione e si sono visti lo spirito e le qualità tecniche, soprattutto nel primo tempo. E’ importante poi anche vedere la partecipazione di tutti: ci sono un pò di cose che girano nel verso giusto. Oggi poi abbiamo avuto anche un pò di fortuna… E’ importante però la tranquillità che ci dà questo risultato”. Ha sorpreso un pò tutti la presenza dal primo minuto di Perotti, appena arrivato e per giunta schierato anche in un ruolo non suo, come quello di centravanti: ”Lui forse può giocare anche da mezz’ala: ha passo, continuità, ed ha la qualità di spostare sempre il pallone, che è una caratteristica tipicamente sudamericana…Quest’idea di farlo giocare centravanti invece è nata per tentare di fare tatticamente in modo che il Sassuolo non  sviluppasse il suo gioco, per limitarne la manovra o sul fianco destro, o su quello sinistro, in modo da avere noi la vita più facile. Nel secondo tempo però gli emiliani ci hanno messo sotto, anche per degli errori nostri”. Il giudizio di Spalletti è comunque positivo: ”Bene così. In questo momento c’è il risultato e ci sono alcuni dettagli che girano a favore, come il rigore: Berardi dal dischetto di solito è uno bravo…”. Spalletti poi si è soffermato anche su Salah, autore del bel goal che ha indirizzato la gara in favore della Roma: ”E’ un giocatore che ha bisogno del supporto e di un pò di entusiasmo. Salah col Sassuolo oggi ha fatto un grandissimo goal! E’ un campioncino”. Poi, fatto l’elogio, arriva anche una piccola stoccata all’egiziano: ”Gli attaccanti devono avere la curiosità di andare a vedere cosa c’è dietro la linea dei difensori, e Salah al momento non è tanto curioso… Stasera però gli avevo chiesto anche un pò di copertura”. Quindi, il tecnico toscano ha spiegato anche il perchè dell’uscita di De Rossi: ”Cominciava a sentirsi pizzicare il polpaccio e, visto che il pizzicore gli aumentava, abbiamo deciso per la sostituzione”. Nonostante la Roma sia ora a -1 dal 3° posto, Spalletti rimane coi piedi per terra: ”Se stasera non avessimo vinto, sarebbe stata durissima. Il nostro è un percorso difficilissimo. E’ sicuramente un momento non bello per la nostra squadra, ma gli ostacoli vengono uno per volta. E se c’è lo spirito di stasera, il nostro gruppo diventa un bel miscuglio!”

  •   
  •  
  •  
  •