Esclusiva SN, Marika Fruscio: “Punti di penalizzazione per i razzisti. Il fenomeno è Higuain! Ecco il mio pronostico per Juve-Napoli…” FOTO

Pubblicato il autore: Luca Bonaccorso Segui

IMG-20160211-WA0041

Iniziamo subito quest’intervista dandovi subito una notizia bomba: Marika Fruscio mi ha segretamente confessato  che non guarderà la partita. Ebbene si, la super mega extra top etc etc tifosa del Napoli, sabato sera, su consiglio di Carlo Conti, guarderà la serata finale di Sanremo.
Non importa se i tifosi azzurri aspettano questo momento da anni: Sanremo è Sanremo.
Non importa se tutta Europa guarderà questo match: lei preferisce Sanremo è Sanremo.
Non importa se in campo ci sono prima contro seconda: lei spegnerà il telefono, disattiverà qualsiasi possibile connessione ad internet, si segregherà a casa da sola e guarderà Sanremo, registrando la partita.
Inoltre, miei cari lettori, seguite la Fruscio sui suoi canali social perchè tra oggi e domani scriverà col pennarello, su una parte del suo corpo (non ci è dato sapere dove ma in ogni caso ovunque cadrà la scelta, cadrà sempre molto bene), il nome del vincitore del Festival di Sanremo. Ebbene si. Non pensa ad altro ormai.

Ma va bene, dopo aver provato il brivido di scrivere una bella bufala giornalistica pure io, possiamo andiamo andare avanti. E lo facciamo confessandovi, io personalmente, che ad inizio intervista mi sono fatto forza e ho avuto il coraggio di chiedere (scherzosamente altrimenti potrei rischiare di passare per uno con qualche infermità mentale) alla bella Marika se si sarebbe registrata davvero la partita come da suggerimenti sanremesi:

“Registrare? Ma assolutamente no, la seguirò in diretta (su La7 Gold, ndr) e la commenterò in prima persona, vivrò le emozioni di questa partita live. E’ l’evento più atteso della settimana, e non soltanto per i tifosi di Juve e Napoli, ma anche quelli che sostengono altre squadre saranno con gli occhi puntati su questa partita, così importante anche ai fini della classifica.

Il termometro della passione è alle stelle immagino…

Si, c’è grande euforia e vincere allo Juventus Stadium sarebbe molto importante visto che il Napoli non ha mai vinto lì. Sarebbe un evento e soprattutto sarebbe fondamentale per una mini-fuga, per dar punti di distacco alla Juve e ancche per una questione d’orgoglio. Il tifoso napoletano vuol vincere a Torino: è uno stadio molto difficile, con una tifoseria molto presente e attiva e vincere sarebbe un grande traguardo non solo per la squadra ma anche per la tifoserie partenopea.

Chi pensi possa deciderlo questo match?

Leggi anche:  Probabili formazioni Serie A - 10° Giornata

Sicuramente Higuain: sta vivendo un periodo buonissimo della sua carriera, ha fame di gol, ad ogni partita segna. E’ come una tassa:  con lui si parte sempre dall’1-0. Speriamo che anche allo Stadium possa esserci questo vantaggio ad opera di Gonzalo.
Sarà bello vedere lo scontro con Dybala, due argentini, uno più maturo, Higuain, e uno un pò più acerbo, lo juventino, ma con grandissimi margini di miglioramento. Ti dico però che sarà anche interessante vedere il duello tra Pogba e Hamsik: sarà un grande spettacolo e si spera davvero di veder un bel calcio.

Facciamo un giochino: hai l’opportunità di togliere un giocatore alla Juve. Chi elimini?

Guarda uno si è tolto già da solo ed è Chiellini: sappiamo quanto sia forte la difesa della Juve e quanto sia importante il suo apporto. La difesa è Barzagli, Bonucci e Chiellini, un trio affermato, che gioca assieme da tanti anni.
Io comunque leverei sicuramente la velocità di Cuadrado: mi preoccupa perchè è molto rapido, e dovrebbe vedersela con un Callejon che è in ottima forma si, ma anche molto stanco perchè praticamente gioca sempre. La freschezza di Cuadrado che entra e scombina un pò i piani con la sua velocità mi preoccupa un pò. Lui è come Mertens: un giocatore che negli ultimi venti minuti con la sua imprevedibilità può risultare devastante.

Dove la Juve può vincere la partita? e dove invece può farlo il Napoli?

Leggi anche:  Napoli, verso l'Az, Gattuso: "Servono testa e veleno sul campo"

Secondo me uno dei punti di forza del Napoli è Insigne, un assist-man importante e capace di creare imprevidibilità in attacco. E’ rapido e veloce: io dico che il suo estro può creare problemi alla difesa della Juve.
Per quanto riguarda il punto debole, dico la fase difensiva: siamo migliorati tantissimo però dovremo essere ancora più decisi. La differenza tra il Napoli e la Juve al momento è che la squadra di Sarri prende i gol e una squadra forte non dovrebbe: abbiamo toccato la sufficienza quest’anno, ma non basta. Dobbiamo arrivare all’eccellenza: in attacco siamo la squadra più forte del campionato, in difesa dobbiamo migliorare ancora un pò. A centrocampo invece nulla da dire perchè con Allan, Jorginho e Hamsik siamo abbastanza forti.

Una vittoria proietterebbe il Napoli a +5: sarebbe una fuga decisiva?

Decisiva no, però sarebbe una mini-fuga importante. Non c’è quest’anno una squadra che ammazza il campionato come gli ultimi anni: molte squadre possono rientrare nelle prime tre posizioni. La Roma ad esempio si è rinforzata molto bene: El Shaarawy ha portato quella cattiveria e cinismo sotto porta che mancava prima. Anche il cambio d’allenatore è stato importante perchè comunque Garcia ha dato quello che doveva dare e ha fatto bene fin quando ha potuto: poi i giocatori non l’hanno seguito più, la società ha avuto i suoi problemi e alcuni giocatori, come Salah e Dzeko ad esempio, non hanno reso per quanto sperato. Spalletti ha portato una ventata di novità ed è anche stato accontentato sul mercato, quindi la Roma può dire la sua: occhio anche all’Inter che al momento non convince ma non mi sento di escluderla.

Un noto quotidiano sportivo in settimana ha aperto con “o Fenomeno è lui” riferito a Dybala nel confronto con Higuain: sei d’accordo?

Assolutamente no. Higuain è il fenomeno, Dybala il fenomenino. Il Pipita è uno dei migliori centravanti al mondo, segna sempre, è cattivo, trova sempre la giocata giusta anche nelle partite facili, ha giocato in una grande squadra come il Real e ed è sempre stato un grande campione sia in Spagna che in Italia: Paulo può invece crescere e diventare come lui.

Domenica al San Paolo i tifosi del Napoli, in segno di solidarietà con Koulibaly, hanno mostrato tutti una foto del giocatore. Una dimostrazione pazzesca di maturità di fronte anche ai continui attacchi ricevuti in tutti gli stadi d’Italia dai tifosi partenopei da quelli delle altre squadre: come si potrebbe mettere fine a tutto questo?

Leggi anche:  Striscione tifosi Fiorentina sotto la Fiesole: "Ora basta! Avete rotto, rispetto per la maglia" (FOTO)

Oggi come oggi il Napoli fa paura a tutti perchè non è più la squadra simpatica che sta in fondo alla classifica senza troppe pretese: ora il Napoli dice la sua ed è in vetta alla classifica. Adesso stiamo un po sulle scatole a tutti: l’offendere i nostri tifosi ormai sembra esser diventata una moda. Ma a noi, sinceramente, non ce ne frega niente.
L’unico modo per eliminare questo fenomeno è quello di togliere punti alle squadre: vedrai che poi le società prendono provvedimenti seri contro questi tifosi maleducati e per amore delle proprie squadre questa gente la finirà con certi cori vedendo che la propria squadra anzichè andare in avanti va indietro. Con la Lazio Irrati è stato bravissimo. Tutti dovrebbero prendere esempio da lui: è stato l’unico finora che ha fermato la partita.
Purtroppo questi cori si sentono eccome: sono pure stonati…”

Domandona finale: pronostico secco. Quanto finisce?

Allo Stadium è difficile: a me andrebbe bene anche uno 0-1. Spero segni Higuain, ma anche se lo fa Reina mi va bene comunque…”

Grazie a Marika Fruscio: non perdere neanche un minuto del Festival di Sanremo. Mi raccomando.

  •   
  •  
  •  
  •