FIFA: Eletto il nuovo Presidente della massima organizzazione del calcio

Pubblicato il autore: Angelo Gambella Segui

Poco fa il Congresso straordinario della FIFA di Zurigo ha eletto, al ballottaggio il nuovo Presidente della massima organizzazione calcistica internazionale. Al primo turno era finita con Infantino in vantaggio su Al Khalifa con 88 voti a 85. È stato necessario il ballottaggio in una vera e propria sfida.

Il vincitore della giornata è Gianni Infantino

Gianni_Infantino
Il nuovo presidente FIFA è Gianni Infantino (Briga, Svizzera, 23 marzo 1970) avvocato italo-svizzero, famoso per aver proposto un Campionato Mondiale a 40 squadre, segretario generale dell’UEFA e già braccio destro di Platini. Il suo programma, oltre a prevedere il Mondiale a 40 squadre, stabilisce 5 milioni di dollari a ogni federazione ogni 4 anni e 40 milioni a ogni confederazione. Di origini calabresi, sposato e padre di quattro figlie, Infantino è noto al pubblico sportivo per essere il volto dei sorteggi della UEFA Champions League. Parla diverse lingue: tedesco, italiano, inglese, francese, spagnolo e anche arabo, la lingua dello sfidante.

Leggi anche:  Lazio e caos tamponi, la perizia conferma: Immobile e Leiva negativi

Infantino ha ottenuto 115 voti (il quorum era di 104), mentre Al Khalifa si è fermato ad 88. Solo quattro voti per il Giordano Ali Bin-Hussein, nessuno per il francese Champagne, mentre il sudafricano si è ritirato.

Il “perdente”

Lo “sconfitto” è Salman Bin Ibrahim Al Khalifa (Riffa, Bahrain 2 novembre 1965) sceicco del Bahrain. Il 50enne presidente dell’AFC (Asian Football Confederation) sarebbe stato il primo musulmano alla guida del calcio mondiale, in un momento di forti frizioni tra Occidente ed Oriente. Lo sceicco Salman è l’ex presidente della federazione del paese del Golfo persico. La dinastia degli Al Khalifa rappresenta attualmente la famiglia reale del Bahrain; gli Al Khalifa professano l’islam sunnita e appartengono alla tribù Anizah che migrò dal Kuwait nell’attuale Bahrain. Diversi esponenti di questa famiglia fanno parte dell’attuale governo del paese del Golfo. Salman Bin Ibrahim Al-Khalifa si è laureato alla Bahrain University nel 1992. Il suo programma prevedeva la riorganizzazione della FIFA in una parte sportiva e in una finanziaria-commerciale.

Leggi anche:  Inter-Real Madrid, le probabili formazioni: Benzema quasi out, i dubbi di Conte

al-khalifa

Niente da fare per gli altri candidati alla presidenza il sudafricano Mosima Tokio Sexvale, il francese Jerome Champagne e il principe giordano Ali Bin-Hussein.

I delegati che hanno espresso il loro voto oggi sono così divisi: 54 per l’Africa, 53 per l’Europa, 46 per l’Asia, 35 per l’America Centro-Nord, 11 per l’Oceania e 10 per il Sudamerica (sono stati però esclusi i membri di due paesi sospesi). Dal secondo voto in poi bastava la maggioranza semplice (il 50% dei votanti).

Il mondo del calcio giunge così ad un importante cambiamento con questa elezione, l’era Blatter si è definitivamente conclusa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: