Fiorentina, Benalouane: “Trattativa? L’importante è che io sia qua adesso”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

LEICESTER, ENGLAND - AUGUST 08:  Yuhan Benalouane of Leicester City in action during the Barclays Premier League match between Leicester City and Sunderland at the King Power Stadium on August 8, 2015 in Leicester, England.  (Photo by Ross Kinnaird/Getty Images)

Giornata di presentazione in casa Fiorentina, stavolta è il turno del difensore Benalouane che parlato poco fa alla stampa. Ecco le sue dichiarazioni:

Sulle sue condizioni: “Sto recuperando da un dolore al gluteo. Spero di essere presto al 100%. Sono felicissimo di essere qua e cercherò di tornare in campo il prima possibile perché non vedo l’ora di iniziare”.

Sulla trattativa per arrivare in viola: “I contatti sono iniziati a inizio gennaio, poi la trattativa è stata messa in piedi ed è stata lunga”.

Sulla sua cattiveria paragonata a Roncaglia: “Io sono un po’ cattivo in campo. Cercherò di dare il massimo da questo punto di vista, in squadra uno cattivo agonisticamente serve sempre”.

Sul Leicester: “Eravamo in testa, quindi stava funzionando tutto. Io sono arrivato in una squadra già fatta e ovviamente il mister non aveva bisogno di cambiare. Io però mi sono allenato bene, ogni tanto ho giocato e questo era il mio ruolo”.

Leggi anche:  Dove vedere Palermo Turris streaming e diretta Tv Serie C

Sulla formula del suo arrivo: “Sono venuto qua per diventare protagonista in viola. Abbiamo parlato con la società, mi hanno dato la possibilità di venire in prestito con diritto di riscatto”.

Sul gioco della Fiorentina: “Ho visto alcune partite, qua si pratica un bel calcio grazie all’allenatore. Io mi adeguerò a questo modo di giocare”.

Sull’Atalanta: “Mi è rimasta nel cuore, sarà un bel momento per me. Ora però penso solo a mettermi alla prova in questa squadra”.

Ancora sul suo infortunio: “Ho giocato in Coppa contro il Tottenham e ho sentito un po’ di fastidio. Lavoro per essere al 100% il prima possibile. Tornerò prestissimo, ma non faccio previsioni”.

Sulla trattativa: “Che sia fatta in un modo o in un altro non mi interessa. L’importante è che io sia qua adesso”.

Leggi anche:  Milan, Ibrahimovic: esami in corso, si teme stiramento

Sugli obiettivi della squadra: “I miei compagni fino ad oggi hanno dimostrato di credere nella Champions. Questo è ciò che ha detto il campo fino ad oggi, noi dovremo solo continuare a lavorare”.

Sulle sue qualità: “Posso giocare a 3 o a 4, sono a disposizione dell’allenatore. Cercherò di ambientarmi velocemente perché il gioco della Viola mi piace molto”.

Su Ranieri: “Mi ha detto che Firenze è una città meravigliosa in cui si è trovato bene. Mi ha augurato il meglio”.

Sulle differenze fra Premier e Serie A: “Il ritmo è molto diverso, lì è più alto grazie ai giocatori e agli arbitri”.

Su Sousa: “Ci siamo visti, il mister conosce molto bene la Premier”.

Su Firenze: “E’ impossibile paragonare Leicester e Firenze. Ho avuto modo di girare un po’, spero di farlo ancora di più nei prossimi giorni”.

Leggi anche:  Barcellona Milenkovic, sarebbe lui il sostituto di Piqué: lo spagnolo starà fuori sei mesi

Sul segreto del Leicester: “Dipende tutto dalla mentalità. In campo c’è solo un gruppo che combatte unito. Io sono rimasto sinceramente impressionato da questa filosofia, poi i giocatori di qualità hanno fatto il resto. Grazie all’entusiasmo e grazie alla qualità siamo riusciti ad arrivare in alto. Il mister inoltre ha saputo mischiare la tattica italiana all’energia inglese”.

Sul Tottenham: “E’ una squadra simile alla Fiorentina, che gioca bene a pallone. Mi aspetto una gara difficile, dovremo stare attenti perché anche fisicamente sarà una vera e propria battaglia”.

  •   
  •  
  •  
  •