Fiorentina Inter, i dubbi di Sousa per la grande sfida

Pubblicato il autore: Daniele Triolo Segui

Fiorentina Inter Paulo Sousa
Fiorentina Inter in campo domenica sera al ‘Franchi’: in gioco c’è il terzo posto. Marcos Alonso prova il recupero in extremis

Fiorentina Inter chiuderà, domenica 14 febbraio, alle ore 20.45, il 25esimo turno di Serie A, inauguratori ieri sera con la netta vittoria interna della Lazio di Stefano Pioli (5-2) sull’Hellas Verona di Luigi Delneri. La gara del ‘Franchi’ sarà di cruciale importanza perché potrebbe definire, in qualche modo, le ambizioni delle due squadre nell’ottica di un arrivo al terzo posto in classifica, che significherebbe qualificazione ai preliminari di Champions League. Un Fiorentina Inter d’alta quota, quindi, che vede attualmente i viola terzi, a quota 46 punti, avanti ai nerazzurri soltanto di una lunghezza: vincendo, magari con una bella prestazione, la Fiorentina si porterebbe quindi a +4 sull’Inter, e cancellerebbe in un colpo solo le incertezze maturate in seguito alla vittoria soffertissima contro il Carpi (2-1 di Mauro Zarate in pieno recupero) ed al pareggio strappato al ‘Dall’Ara’ di Bologna (1-1, gol di Federico Bernardeschi). In caso di pareggio, le distanze rimarrebbero immutate ma, comunque, bisognerebbe prestare attenzione al dirompente ritorno della Roma, per ora ‘ferma’ a 44 punti ma impegnata stasera allo stadio ‘Braglia’ di Modena contro un Carpi ampiamente alla portata degli uomini di Luciano Spalletti. Qualora, invece, vincesse l’Inter, sarebbe la squadra di Roberto Mancini ad issarsi in terza posizione, ed a poter sfruttare l’abbrivio di una vittoria importante su un terreno di gioco storicamente ostico per i colori nerazzurri.

Leggi anche:  Eriksen-Inter: ecco quanto hanno sborsato i nerazzurri per acquistarlo

Tra Serie A e Coppa Italia, Fiorentina Inter al ‘Franchi’ si è giocata già 84 volte, dal 1928 al 2014, ed il bilancio recita 30 vittorie della Fiorentina (l’ultima proprio il 5 ottobre 2014, un netto firmato da Khouma Babacar, Juan Cuadrado e Nenad Tomović), 34 pareggi (l’ultimo il 22 aprile 2012, a reti bianche) e 20 vittorie dell’Inter, di cui l’ultima è giunta il 15 febbraio 2014, un 2-1 deciso da Rodrígo Palacio e Mauro Icardi, con il gol del momentaneo pareggio viola siglato sempre da Cuadrado). Le due squadre arrivano all’appuntamento di domenica sera con le formazioni praticamente al completo: il tecnico portoghese della Fiorentina, Paulo Sousa, dovrà rinunciare solamente allo squalificato Mati Fernández, espulso domenica scorsa a Bologna, al difensore franco-tunisino Yohan Benalouane, giunto in prestito dal Leicester City di Claudio Ranieri nell’ultimo giorno utile del calciomercato invernale, ed al lungodegente regista croato Milan Badelj. Nell’Inter, invece, Mancini sarà costretto a fare meno di Felipe Melo, squalificato dopo il cartellino giallo rimediato nel 3-3 di Verona contro l’Hellas. Paulo Sousa medita di portare in panchina tutti i nuovi acquisti del mercato invernale, vale a dire il centrocampista argentino Tino Costa, arrivato dal Genoa, Zarate ed anche Panagiotis Koné, presentato qualche giorno fa alla stampa e prelevato dall’Udinese. L’unica eccezione riguarda il veloce esterno offensivo Cristian Tello, arrivato in prestito dal Barcellona via Porto e già positivo contro il Bologna. Secondo quanto riportato questa mattina da ‘La Nazione’, un grande dubbio del tecnico lusitano è legato all’utilizzo o meno dell’esterno spagnolo Marcos Alonso: lui non vorrebbe saltare Fiorentina Inter, ma la caviglia lo tormenta ancora. Ecco perché si prepara, per ogni evenienza, Manuel Pasqual. Tra le fila dei nerazzurri, Mancini dovrebbe optare per un più coperto e canonico 4-4-2, con Jonathan Biabiany ed Ivan Perišić sugli esterni a centrocampo e la coppia d’attacco formata da Éder e Mauro Icardi in avanti. Soltanto panchina, dunque, per i due attesi ex della partita, vale a dire gli attaccanti Adem Ljajić e Stevan Jovetić.

Leggi anche:  Coppa Italia, sorteggi ottavi: Juve-Genoa, Milan-Torino

Queste, dunque, a due giorni dalla grande sfida, le probabili formazioni di Fiorentina Inter:

FIORENTINA (4-2-3-1): Tătăruşanu; Roncaglia, Gonzalo Rodríguez, Astori, Marcos Alonso (Pasqual); Vecino, Borja Valero; Bernardeschi, Iličić, Tello; Kalinić. A disposizione: Sepe, Lezzerini, Tomović, Błaszczykowski, Tino Costa, Pasqual (Marcos Alonso), Konè, Zarate, Babacar. All.: Paulo Sousa.
INTER (4-4-2): Handanović; Nagatomo, Miranda, Murillo, Telles; Biabiany, Medel, Kondogbia, Perišić; Éder, Icardi. A disposizione: Carrizo, D’Ambrosio, Juan Jesus, Santon, Brozović, Popa, Gnoukouri, Ljajić, Palacio, Jovetić, Manaj, Correia. All.: Mancini.

  •   
  •  
  •  
  •