Inter, Thoihr non lascia la squadra: “Torneremo grandi in cinque anni”

Pubblicato il autore: giuseppe spampinato Segui

Inter Milan President Erick Thohir, of Indonesia, smiles prior to the start of the Serie A soccer match between Inter Milan and Sampdoria at the San Siro stadium in Milan, Italy, Sunday, Dec. 1, 2013. (AP Photo/Antonio Calanni)

Nelle ultime ore sembra essersi scatenata una bufera in casa Inter, nulla che riguardi crisi di gioco o risultati ma dei rumors sono circolati attorno alla situazione finanziaria del club nero azzurro.

Sembra che i conti non quadrino e che il presidente indonesiano stia vagliando l’ipotesi di cercare partner in Cina o addirittura di vendere la società e rinunciare al progetto della grande Inter.
Ma proprio questa mattina sul sito del Club si legge la Smentita:”F .C. Inter nega categoricamente che il presidente e azionista di maggioranza Erick Thohir stia prendendo in considerazione l’ipotesi di cedere il suo 70% di quote del club o parte di esso. Come parte della strategia a medio-lungo termine, il club ha chiesto a Goldman Sachs di vagliare la possibilità di identificare potenziali futuri partner commerciali in Asia. Questa è una cosa logica alla luce della enorme crescita di investimenti nello sport e nel calcio in particolare, in Asia e specificatamente in Cina. Il club continua nelle sue strategie commerciali e sportive. Allo stesso tempo sta lavorando a stretto contatto con la Uefa in merito al rispetto dei parametri del fair play finanziario. L’obiettivo resta il ritorno in Europa per competere ai massimi livelli”
Questo è quanto è apparso oggi sulla pagina web.
Il Presidente Thohir, dunque, non starebbe minimamente pensando di vendere la società ma solo di cercare potenziali sponsor futuri per rafforzare le basi economiche e aumentare le entrate provenienti dalle pubblicità.
Nelle prossime ore si svolgerà il Consiglio di Amministrazione e la situazione dello scorso anno, che vedeva una perdita di bilancio di quasi 140 milioni di euro (cifre ben lontane dalla differenza di fatturato richiesta dalla normativa del fair play finanziaro, che prevede per le società un negativo di massimo 30 milioni di euro) non dovrebbe ripetersi.
Thoihr non sembra in ogni caso preoccupato dalle questioni di Bilancio. ai microfoni di Mediaset Premium ha spiegato come stanno andando veramente le cose.
“Queste voci non arrivano da me. Non stiamo vendendo. La gente dice che stiamo vendendo, ma non so da dove arrivino queste voci. Se Ho contattato Goldman Sachs? Sì, ma perché in Asia abbiamo milioni di potenziali tifosi. È il nostro mercato del futuro, quello, e dobbiamo esserci. Pensate: abbiamo aperto un primo ufficio in Asia, abbiamo fatto subito cinque contratti”. Queste le sue parole.
Recentemente, inoltre, sembra si sia trovato un interessamento da parte della società cinese “ChemChina”, azienda orientale da 40 miliardi di fatturato annuo, disposta a investire anche sulla sponsorizzazione Pirelli,(Sponsor appena rinnovato per L’ Inter) azienda della quale detiene le quote di maggioranza.
Goldman Sachs, alla quale Thoihr ha lasciato mandato di ricerca di potenziali azionisti, è in buoni rapporti proprio con la società cinese, un accordo quindi sembrerebbe essere sempre più vicino.
A queste condizioni, inoltre, anche Massimo Moratti potrebbe cedere il suo 30% di quote, coadiuvato dagli investimenti del mercato cinese verso la sua Inter. Nonostante i rapporti con Erick Thoihr non siano del tutto idilliaci il cuore dell’ex presidente Nerazzurro potrebbe vincere ancora una volta e convincerlo a guidare insieme a Thoir il progetto di far tornare l’ Inter grande nel giro di Cinque anni, come lo Stesso Thohir ha ribadito di voler fare.
Oggi alle 16.30, l’incontro tra Barbara Berlusconi e il President dell’ Inter per discutere la spinosa questione relativa al restyling dello stadio San Siro.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie D, Maicon (ex Inter) torna a giocare nei dilettanti?