Juventus, Allegri: “Bologna vale un pezzo di scudetto”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

Foto Daniele Badolato / LaPresse 16 07 2014 Torino (Italia) Sport Calcio ESCLUSIVA JUVENTUS Conferenza stampa del nuovo allenatore della Juventus Massimiliano Allegri   Nella foto: Massimiliano Allegri Photo Daniele Badolato / LaPresse 16 07 2014 Turin (Italy) Sport Soccer Juventus new coach Massimiliano Allegri press conference In the picture: Massimiliano Allegri

Giorno di vigilia in casa Juventus in vista del match di domani sera con il Bologna. Da poco è terminata la conferenza stampa di Max Allegri, ecco le sue dichiarazioni:

Si comincia parlando del Bologna in vista del Bayern: “La partita contro i tedeschi non pesa. E ci penseremo da sabato. La gara contro il Bologna vale un pezzo di scudetto. Potremmo andare a +4 dal Napoli in attesa delle altre gare. Il Bologna ha buona tecnica, è una squadra ben organizzata. Da quando è arrivato lui il collettivo ha trovato equilibrio. Sarà una partita difficile. E’ una squadra che non ha niente da perdere, ha una buona classifica e molto entusiasmo”.

Turnover?: “Giocherà la squadra migliore”.

Può fare il punto infortunati e acciaccati?: “Cuadrado sta bene. Alex Sandro non ha lesioni, domani non sarà a disposizione ma potrebbe tornare a disposizione martedì. Bonucci è a disposizione, ieri si è allenato con la squadra. Khedira è da gestire, Mandzukic e Chiellini quasi sicuramente saranno a disposizione, il croato rientrerà in gruppo sabato”.

Leggi anche:  Cabrini su Maradona: "Sarebbe ancora vivo se avesse giocato nella Juve. A Napoli amore malato"

Zaza con il gol al Napoli si è guadagnato un posto con il Bayern?: “Zaza lo considero un titolare, ma devo fare delle scelte. Domani a Bologna c’è”.

La Juve è più in grado del Napoli di gestire la vetta?: “Abbiamo l’obbligo di fare i tre punti. Il Napoli, che è a 1 un punto, non mollerà di un centimetro. Dobbiamo mantenere o migliorare la classifica”.

Pensando agli infortuni, come mai continuano e ci sono ricadute?: “Asamoah non è una ricaduta. Gli infortuni che abbiamo noi ce li hanno anche gli altri. Quando giochi tante partite a buona intensità è così. Asamoah viene da un intervento alla cartilagine. Era impensabile che fosse disponibile subito e sempre. La situazione è sotto controllo. Khedira nell’ultimo anno e mezzo ha giocato pochissimo, solo un folle avrebbe pensato di vederlo in campo per 50 partite… Ho una rosa ottima che mi permette di far recuperare chi sta fermo. Per me è più importante avere un giocatore durante la stagione che rischiare. L’anno scorso il rischio l’ho preso con Pogba a Dortumund, ma era una gara decisiva da dentro-fuori. Non capita quasi mai di avere tutti a disposizione”.

Leggi anche:  Europa League 2020/21, le probabili formazioni della quarta giornata e statistiche

Martedì ci sono dei rischi da prendere?: “No, assolutamente. Ci qualificheremo sicuramente a Monaco”.

Perché Bologna vale un pezzo di scudetto, rispetto a Napoli?: “Perché era più decisiva per il Napoli. Giocheremo con una buona squadra, vincendo domani mancherà una gara in meno al traguardo”.

E’ cambiata la quota scudetto?: “La quota scudetto si è alzata di 2 o 3 punti”.

Rugani o Bonucci possono fare coppia in difesa?: “E’ indifferente, che ci sia uno o l’altro con Barzagli. Bonucci è quello che costruisce meglio, ha più giocate da centrocampista”.

Pereyra ha i 90 minuti nelle gambe?: “E’ tanto che non gioca, può essere un cambio importante. Padoin potrebbe giocare al posto di Cuadrado”.

Ha paura per il “troppo” entusiasmo?: “Siamo in grado di avere la maturità giusta.

Leggi anche:  Moggi sulla morte di Maradona: "Chi lo insultava ora lo osanna. Mi fanno pena! Ecco alcuni retroscena su di lui"

Barzagli potrebbe riposare?: “C’è tempo per recuperare, vedremo. Barzagli sta bene e credo che domani sarà della partita”.

  •   
  •  
  •  
  •