Juventus – Napoli: attesa eccessiva?

Pubblicato il autore: Fernando Forcina Segui

juventus napoli
Juventus – Napoli
sarà il match più importante della 25^ giornata di Serie A e il conto alla rovescia è oramai iniziato.
Ma a dirla tutta, di questa gara se ne parla da circa un mese, da quando entrambe le squadre hanno dimostrato di essere superiori a tutte le altre, che nelle ultime giornate hanno perso smalto e lasciato diversi punti sul cammino.
Non c’è alcun dubbio che la gara di Sabato 13 Febbraio allo Juventus Stadium avrà la sua importanza, anche se non fondamentale per la vittoria finale, ma in tutta onestà, ritengo che si stia creando una attesa spasmodica quasi eccessiva.
Mi spiego.
Juventus e Napoli sono le regine del campionato. Dopo un avvio di stagione non convincente hanno iniziato a macinare gioco e vittorie, dando vita a un testa a testa avvincente ed emozionante. Il Napoli dopo anni vissuti in “seconda fila”, ha costruito nelle ultime stagioni, una rosa ottima, competitiva su tutti i fronti. L’arrivo di Maurizio Sarri ha concluso una crescita esponenziale, creando uno schema tattico su misura, in grado di favorire un maggiore equilibrio difensivo ed esaltare le caratteristiche tecniche dei campioni a disposizione: Hamsik è tornato a dominare nel centrocampo e trequarti azzurra, Jorginho sembra un giocatore completamente rinato dopo la negativa esperienza con Benitez, Lorenzo Insigne è definitivamente esploso e sta dimostrando a tutti di essere un vero campione. Discorso a parte per Gonzalo Higuain: l’attaccante argentino è il protagonista assoluto del nostro campionato: 24 reti in 24 partite, battuto il record di reti in una sola stagione di Edinson Cavani, forza fisica, rabbia agonistica, lo hanno reso uno degli attaccanti più forti del mondo.
La Juventus ancora una volta ha stravolto i pronostici. Dopo le prime gare della stagione, a dir poco deludenti, sono piovute critiche su dirigenza e allenatore, ritenuti responsabili di non aver sostituito a dovere Tevez, Pirlo e Vidal. Massimiliano Allegri, non è uno sprovveduto, e ancora una volta è riuscito a costruire una rosa solida, attenta e mai doma. Una fame di vittorie mai sazia, anche dopo i 4 scudetti consecutivi. Buffon è senza dubbio il migliore al mondo nel suo ruolo, la difesa è granitica, Pogba un talento incredibile che ha pian piano capito di far prevalere l’utilità del gesto tecnico alla sua bellezza, Morata tornato al gol è di nuovo capace di fare la differenza. Poi c’è quel ragazzo con la faccia da bambino: Paulo Dybala, classe 1993, ha preso in mano l’attacco bianconero e sta confermando le qualità eccezionali dimostrate a Palermo.
Le due squadre arriveranno a Torino, dopo aver battuto record su record. La Juventus è alla quattordicesima vittoria consecutiva: battute le tredici di Antonio Conte. Il Napoli arriva, invece, da otto successi di fila: mai così bene dai tempi di Maradona.
Ma veniamo al dunque. Giornali, Tv, web, social network, radio non parlano di altro. Tutti i mass media hanno contribuito a creare una attesa adrenalinica e febbrile che è diventata generatrice di tensioni. Polemiche e critiche non sono mancate. La chiusura del settore ospite ha scatenato l’ira dei tifosi napoletani, convinti che la decisione sia indirizzata a favorire la Juventus. Non è ne la prima ne l’ultima volta che un questore prende decisioni del genere. Stessa cosa accadde nel girone di andata quando ai tifosi bianconeri fu vietato di assistere al match del San Paolo. Le affermazioni di una tifosa del Napoli, che in una sindrome di follia, arriva ad augurare una replica della tragedia dell’Heysel. Maurizio Sarri e Massimiliano Allegri che si sfidano in botte e riposte sui fatturati delle società. Per non farci mancare nulla, nelle ultime ore, è partito il caso arbitro: chi merita di arbitrare Juventus – Napoli? chi sarà in grado di non favorire nessuna delle due squadre e non cedere a nessuna forma di sudditanza?
Si è completamente perso di vista che stiamo parlando di una partita di calcio. Certo una gara importantissima, forse e sottolineo forse, fondamentale per la corsa al tricolore. Ma pur sempre una partita di calcio! Appunto calcio, perchè è di questo che stiamo parlando, ma nelle ultime settimane più di qualcuno sembra averlo completamente dimenticato.

Leggi anche:  SKY o DAZN? Dove vedere Torino Sampdoria in streaming e in diretta tv, Serie A 9° giornata
  •   
  •  
  •  
  •