Juventus-Napoli, le trasferte negate

Pubblicato il autore: Manuela Passarella Segui

Juventus-Napoli

Settore ospiti dello Stadium chiuso per il big match Juventus-Napoli del prossimo 13 febbraio. A disporlo l’Osservatorio del Viminale che, su segnalazione del Questore di Torino, Salvatore Longo, ha decretato il divieto di vendita dei biglietti in Campania per motivi di ordine pubblico. La decisione, infatti è stata adottata per scongiurare il rischio di scontri, viste le tensioni tra le opposte tifoserie, che potrebbero essere ulteriormente acuizzate dal valore della partita che sarà un passaggio chiave nella lotta scudetto.

Un divieto che tra altro, troverebbe la sua base anche nel recente passato: le partite del Napoli allo ‪JStadium‬ erano quasi sempre coincise con ingenti danni nel settore ospiti, nel quale erano stati addirittura divelti rubinetti e lavandini dei bagni.

Una sorta di par condicio visto che anche al San Paolo venne applicata la stessa restrizione per i tifosi bianconeri. All’andata però non si trattava di una sfida scudetto! Oggi è scontro diretto: la Juve già domani contro il Genoa cercherà di rosicchiare i due punti che la separano dall’attuale capolista.

Leggi anche:  Inter, seconda solo al Bayern: media gol clamorosa in Europa

La polemica dunque è servita, anche se entrambe le squadre ora pensano solo al calcio giocato e alle partite che dovranno essere disputate prima di quella del 13 febbraio. In molti vedono Juve-Napoli come la sfida che potrebbe decretare la vincitrice dello scudetto, ma alla fine prima della fine del campionato mancano diverse giornate e anche in passato questi pronostici sono stati spesso smentiti.

Sui vari social e sito sportivi, invece le tifoserie non se le mandano certo a dire. I supporter azzurri, infatti non ci stanno ad essere tacciati come vandali e annunciano che si tratterà di una gara falsata che andrà tutta a vantaggio della Vecchia Signora. Per i tifosi bianconeri si tratta di una decisione più che giusta.
Secondo altri a perderne è lo spettacolo, ma soprattutto il mondo del calcio. I timori di tafferugli e disordini, infatti non dovrebbero essere il principale problema di una partita, ma il calcio giocato. Per quanto riguarda il risultato il pallone è rotondo.

  •   
  •  
  •  
  •