Lazio-Napoli e cori razzisti: ecco le sanzioni inflitte ai biancocelesti

Pubblicato il autore: Linda Borgioni Segui

lazio-napoli
Lazio-Napoli costa cara alla società biancoceleste,
che oltre alla sconfitta patita sul campo a opera di Higuain e compagni deve anche pagare per il comportamento di pochi tifosi che sugli spalti invece di incitare la squadra hanno pensato bene di lasciarsi andare a cori razzisti. E il provvedimento per quanto accaduto durante Lazio-Napoli, con tanto di sospensione della gara per un paio di minuti da parte dell’arbitro, non si è fatto attendere. Infatti, sono stati decretati due turni di chiusura alla Curva Nord e 50.000 euro di ammenda alla Lazio per i cori razzisti a Koulibaly e per i cori discriminatori rivolti contro i tifosi del Napoli.

Questa è la sanzione inflitta questo pomeriggio dal giudice sportivo ai danni della società biancoceleste. Secondo quanto si apprende dal sito de La Gazzetta dello Sport, la sospensione momentanea della partita da parte dell’arbitro non ha influito; la sanzione sarebbe stata la stessa anche senza interruzioni. Un provvedimento duro, comunque, che i più maligni credano sia stato voluto sistematicamente da quei pochi tifosi che hanno fatto partire i cori razzisti. Infatti, non è una novità il malcontento di larga parte della tifoseria biancoceleste nei confronti della dirigenza e in particolar modo di Claudio Lotito, reo di non aver rinforzato la squadra anche in questa ultima sessione di calciomercato. Inoltre, si sa anche che alcuni sostenitori della Lazio, come alcuni sostenitori della Roma, stanno disertando in massa lo stadio Olimpico per protesta contro le barriere introdotte nelle due curve. Che i cori di ieri sera siano un modo per far sentire, ancora una volta, le ragioni di una minoranza dei sostenitori biancocelesti? Non è da escludere. Fatto sta che non è questo il modo di far sentire la propria voce.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Europei 2021, consegnata la borsa di studio SuperNews a sostegno dei futuri giornalisti sportivi
Tags: ,