Lecce Foggia 3-1: i salentini si aggiudicano il derby e scavalcano i rossoneri

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

lepore
Un Lecce sontuoso si aggiudica il derby di Puglia contro il Foggia, in un match che può decidere le sorti del girone C di Lega Pro.
In un Via del Mare tutto esaurito, davanti a 18 mila spettatori, i giallorossi di Braglia hanno preparato una partita attentissima contro i satanelli di De Zerbi, una delle squadre più spettacolari di tutta la categoria, riuscendo a rendere sterile il possesso palla dei rossoneri in mezzo al campo.
Il Lecce si schiera con il solito 3-4-3 delle ultime settimane, con il neo-arrivato Alcibiade che debutta in difesa al posto dello squalificato Freddi, e con Liviero che sostituisce un acciaccato Doumbia come spalla di Moscardelli.
De Zerbi invece ritrova Agnelli in mezzo al campo nel suo 4-3-3, con il trio offensivo composto da Sarno, Iemmello e Arcidiacono.
A fare la partita è il Lecce, che sin dai primi minuti scende in campo più aggressivo e determinato, e al 6′ passa già in vantaggio con il gran destro al volo del leccese Lepore che trafigge Narciso.
Sulle ali dell’entusiasmo i padroni di casa continuano a macinare occasioni da gol, e prima un tiro da fuori di Moscardelli si spegne sul fondo, dopo un colpo di testa di Lepore finisce dritto tra le braccia di Narciso.
Dalla mezz’ora il Foggia si affaccia nella metà-campo avversaria con un possesso palla insistente ma sterile, che produce il primo tiro dei rossoneri soltanto al 39′ con il tiro di Loiacono dalla distanza che non impensierisce Perucchini, e due minuti più tardi il sinistro di Sarno finisce sull’esterno della rete.
Nella ripresa De Zerbi inserisce Gerbo e Saint-Maza, ma il verso della gara non cambia con i giallorossi bravi a chiudere tutti gli spazi e a non concedere nulla in fase offensiva agli avversari. Anzi, sono proprio i padroni di casa ad essere più pericolosi in avanti con le ripartenze degli esterni: proprio dalla corsia di destra al 32′ con Lepore che crossa per il neo-entrato Curiale che firma il raddoppio in semi-rovesciata, facendo esplodere la Curva Nord.
Il Foggia accusa il colpo, e pochi minuti più tardi arriva anche il terzo gol con Sowe che servito da Papini, scatta sul filo del fuorigioco e batte ancora Narciso con un tiro all’incrocio.
Solo al 40′ arriva il gol della bandiera per gli ospiti, con Sarno che di schiena devia il pallone in porta dopo una mischia in area di rigore leccese.
Arriva così l’ottavo successo su otto gare casalinghe per il Lecce di Braglia, che riscatta il 4-0 subito dai giallorossi all’andata e rilancia le speranze di promozione diretta dei salentini, che allungano a 13 la serie di gare senza sconfitta e raggiungono temporaneamente la vetta della classifica in attesa delle partite di Benevento e Casertana.
Continua invece il periodo di calo per il Foggia, che ha vinto solo una delle ultime quattro partite e interrompe la striscia di quattro successi esterni consecutivi, vedendosi scavalcato proprio dal Lecce.

Leggi anche:  Dove vedere Torino-Virtus Entella Coppa Italia, streaming gratis e diretta tv Rai 2?

IL TABELLINO

LECCE  FOGGIA 3-1

LECCE (3-4-3): Perucchini; Alcibiade, Cosenza, Abruzzese; Lepore, Papini, Salvi, Legittimo; Liviero (Vecsei 86′); Surraco (Sowe 53′), Moscardelli (Curiale 75′).
Allenatore: Braglia.

FOGGIA (4-3-3): Narciso; Angelo, Lanzaro, Gigliotti, Loiacono; Agnelli, Vacca (Chiricò 75′), Riverola (Gerbo 46′); Sarno, Iemmello, Arcidiacono (Sainz Maza 64′).
Allenatore: De Zerbi.

ARBITRO: Baroni di Firenze.

MARCATORI: Lepore 6’, Curiale 77’, Sowe 82’, Sarno (F) 85′.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,