Mancini: “Thohir? Siamo sempre in contatto. La Fiorentina gioca un ottimo calcio”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

Mancini

Giorno di vigilia in casa Inter in vista del match i domani contro la Fiorentina. Da poco è terminata la conferenza stampa di Roberto Mancini, ecco le sue dichiarazioni:

Sulla presenza di Thohir: “È importante che il presidente sia qua, ci tiene molto all’Inter. Siamo sempre in contatto, ci sentiamo almeno un paio di volte alla settimana. È un momento decisivo per la stagione, la gara di domani sarà molto importante”.

Sul calo a gennaio: “Abbiamo perso qualche punto, ma la squadra ora si è ripresa e sta bene. Ho sensazioni positive per domani, anche se la Fiorentina gioca un ottimo calcio”.

Sull’incontro fra allenatori e arbitri: “È giusto fare incontri per migliorare le cose, se servono per migliorare ben vengano questi incontri”.

Sulla corsa per il terzo posto: “Noi non dobbiamo azzerare nulla. Noi siamo partiti con un obiettivo, abbiamo fatto un girone d’andata straordinario oltre le nostre potenzialità. Abbiamo avuto qualche passaggio a vuoto, abbiamo commesso qualche errore. Il campionato è ancora lungo, tutto può accadere”.

Leggi anche:  Paolo Ziliani bacchetta Antonio Conte: "E' lo stesso Conte che nella Juventus".....

Sulla gara di domani: “Noi dobbiamo continuare a giocare come abbiamo fatto con il Verona e con il Chievo, cercando di commettere meno errori possibili”.

Ancora sulla corsa per la Champions: “Roma, Fiorentina ed Inter al momento sono in corsa, occhio al Milan che può accorciare le distanze”.

Sulla Fiorentina: “La gara d’andata è stata strana, domani sarà una partita diversa. Proveremo a concedere poco, i viola hanno giocatori bravi e tecnici. Sarà una gara bella e difficile”.

Sugli arbitri: “Ho provato a non commentare le decisioni degli arbitri, ma diventa difficile se ogni volta le prime domande dopo le gare sono sull’arbitraggio”.

Sul Milan: “Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi, la nostra classifica è buona”.

Sui giocatori: “Abbiamo fatto un girone d’andata straordinario, merito va ai ragazzi che hanno dato il massimo”.

Leggi anche:  Il procuratore Giovanni Branchini su Cutrone: "A Firenze lo stanno trattando male"

Sulla difesa: “Miranda è un giocatore d’esperienza. Se in 5 mesi non abbiamo subito neanche un gol su calcio piazzato un motivo ci sarà, i 3 gol di Verona sono stati una casualità”.

Sulla formazione: “Per domani no ho dubbi: l’unico titolare che posso rivelare è Handanovic”.

Ancora sulla Fiorentina: “La Fiorentina può prendere gol in contropiede perché attacca con tanti giocatori. Anche loro cambieranno qualcosa, soprattutto ora con le Coppe”.

Su Jovetic e Ljajic: “Sono due giocatori in grado di fare la differenza, soprattutto a Firenze”

Sul futuro: “Resto all’Inter, sempre se non mi mandano via”.

Sul modulo: “È importante l’atteggiamento della squadra, deve essere sempre buono e propositivo”.

  •   
  •  
  •  
  •