Marrone: “Alla Juve osservavo Pirlo. Delneri ha fiducia in me”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

Luca-Marrone

Il centrocampista dell’Hellas Verona Luca Marrone in prestito dalla Juventus ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport. L’ex bianconero parla dei suoi trascorsi a Torino e della nuova avvenuta in Veneto: “Cercavo di rubare i segreti di Del Piero e Pirlo. Osservavo come calciavano, come prendevano la rincorsa. Anche solo guardandoli, imparavo e miglioravo. Un giorno Andrea batté 10 punizioni e fece 9 gol. Alla Juve ho appreso tanto, poi ho continuato a esercitarmi. Appena sono arrivato a Verona, Delneri ha preso questa decisione: i calci piazzati li batto io. E contro l’Inter tutto è andato alla perfezione. Adesso mi piacerebbe segnare su punizione: mi sto allenando molto per riuscirci. Sapevamo che l’Inter difende prevalentemente a zona sulle palle inattive e abbiamo individuato il punto da attaccare: tra il primo palo e il centro area. Io sono stato bravo a metterla lì dove se l’aspettavano i miei compagni e loro sono stati eccezionali nel trovare il tempo. Ho perso un po’ di tempo per gli infortuni. Adesso voglio correre veloce. Anche per questo ho scelto una piazza come Verona: qui cerco la continuità che mi è sempre mancata. Delneri ha fiducia in me e io voglio vivere quattro mesi di fuoco per rilanciarmi. Con Conte avevo disputato alcune buone partite da vice Bonucci: in pratica giocavo come sempre, solo qualche metro più indietro. A centrocampo mi sento a mio agio anche se posso adattarmi come difensore. L’inserimento senza palla alla ricerca del gol fa parte del mio bagaglio, però dovrei mostrarlo di più. Gli scudetti alla Juve? Il primo e il secondo scudetto di Conte li sento miei. Nel primo feci anche un gol e un assist. Nel secondo giocai di più. Primo gol in Serie A? Juve-Atalanta, ultima giornata del 2011-12, la festa scudetto allo Stadium, l’addio di Del Piero. Infatti nessuno si ricorda del mio gol… Scherzo: fu emozionante, il giorno più bello della mia carriera. Juve-Napoli di sabato? Se riesco, andrò allo Stadium a tifare Juve. Immagino una gara equilibrata, risolta da un calcio piazzato”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Ilicic, l'inizio di una redenzione atalantina. Gasperini punta su di lui