Merce abusiva ai seggiolini del San Paolo

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

seggiolini-san-paolo-660x375
Ciò che è stato scoperto allo stadio San Paolo di Napoli. Gli steward dell’impianto partenopeo, scoperchiando dei sediolini della struttura napoletana, hanno trovato merce che veniva venduta abusivamente agli spettatori che entravano per seguire le partite casalinghe degli azzurri. Gli ispettori, in un video pubblicato da Francesco Emilio Borrelli, consigliere dei Verdi, trovano cartacce, rifiuti ma anche liquore al caffè, famosissimo negli stadi, ma anche armi contundenti ed oggetti pericolosi. Sappiamo che ormai a Napoli, controllano sciarpe e bandiere, e parecchi vessilli, negli ultimi incontri del Napoli, non li fanno entrare, perché dei sostenitori, cercavano di superare i controlli con bandiere raffiguranti gli stemmi del Regno delle Due Sicilie, cosa che non è accettata per lo Stato Italiano. Francesco Emilio Borrelli, è intervenuto alla Radiazza, di Gianni Simioli ed ha espresso questo parere: “potrebbero nascondere anche droga, armi o altre cose che non dovrebbero entrare in uno stadio perché potrebbero essere usate per far male o per fare un attentato. Vogliamo che il San Paolo venga ristrutturato al più presto possibile, perché non si possono correre questi rischi”. Manca insomma, un controllo più severo e duro, anche per non far rischiare l’incolumità degli spettatori che vanno tranquillamente al San Paolo, senza impattare in questi spiacevoli incontri.

Leggi anche:  Borussia Dortmund-Lazio: probabili formazioni, orario, luogo e precedenti

  •   
  •  
  •  
  •