Milan, Donnarumma impressiona due grandi ex rossoneri…e non solo

Pubblicato il autore: Simone Segui

Db Milano 25/10/2015 - campionato di calcio serie A / Milan-Sassuolo / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Gianluigi Donnarumma

La nuova avventura di Marco Amelia, ex Milan, lo ha portato a svestire i panni di dirigente della formazione di Lega Pro Lupa Castelli Romani ed indossare quelli di portiere del Chelsea. Una favola d’altri tempi quella del portierone romano che, però, dall’Inghilterra segue ancora la sua ex squadra di Milano e soprattutto le gesta del giovanissimo portiere Gianluigi Donnarumma.

Proprio in merito alla grande esplosione del sedicenne milanista, Marco Amelia, è stato intervistato dal canale tematico rossonero Milan Channel:“Nell’ultimo anno in cui sono stato al Milan Gianluigi era un ragazzino però si vedeva che era già imponente dal punto di vista fisico e mostrava le qualità e l’atteggiamento giusti. Ha fatto il suo percorso e quest’anno si è fatto trovare pronto”.

Troppo presto per lanciarlo in Serie A?: “Ragazzi giovani con un bel fisico ce ne sono tanti, ma è l’atteggiamento e la personalità che colpiscono di lui. Se ci parli sembra un ragazzo di 25-30 anni, invece ne fa 17 tra poco. Mihajlovic credo abbia dovuto lanciarlo anche per i problemi fisici di Diego Lopez. Gianluigi ha dimostrato di poter stare a grandi livelli. Finora gli si può appuntare qualcosa solo sulla punizione di Berardi, dove ha voluto anticipare e si è fatto infilare sul suo palo. Però sono cose che possono capitare. Ora c’è l’entusiasmo ed è ‘più facile’, il difficile arriverà l’anno prossimo quando dovrà confermarsi. Credo non si monterà la testa, ma io gli consiglio di rimanere sempre con questo atteggiamento”.

Donnarumma è apprezzato anche in Inghilterra?: “A Londra  se n’è parlato tanto sia con i nostri osservatori che con i nostri preparatori dei portieri. Donnarumma è seguito da molti club, ma sono convinto che il Milan se lo terrà stretto perchè ha bisogno di giocatori che restino per tanti anni a vestire la maglia rossonera”.

Il talento rossonero sta davvero impressionando per le sue qualità e per la sicurezza che ha in campo nonostante la giovanissima età. Un piccolo difetto, se così si può definire, lo ha evidenziato anche un altro grande ex portiere del Milan Massimo Taibi che ha indossato la maglia rossonera nella stagione 1990-1991 e nella stagione 1997-1998 vincendo una Super Coppa Uefa e una Coppa Intercontinentale): “Quando Mihajlovic lo ha lanciato – racconta Taibi a Milan Channel – da titolare ero un pò scettico invece mi ha stupito perchè, a parte le parate impressionanti che ha eseguito, ha molta personalità, è molto rapido e molto elastico per l’altezza che ha, molto attento e maturo però delle volte cura poco il suo palo ma questa è una cosa che migliorerà con il tempo. L’esperienza partita dopo partita lo aiuterà. Con i piedi per un portiere non è mai facile ma è anche una questione di terreni di gioco e capisco che possa andare in apprensione nei rilanci. A me da giovane dicevano di calciare sempre col il piattone quando ero in difficoltà.
Donnarumma ha solo 16 anni è vero ma in campo l’età conta poco, gli altri difensori della squadra lo ascoltano perchè gli trasmette tranquillità. Questo ragazzo ha molto carisma e si è imposto fin da subito”.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Lilla Milan probabili formazioni: Rebic in attacco, spazio a Tonali in mezzo al campo