Milan Galliani: “Ecco come ho scoperto il talento di Bacca”

Pubblicato il autore: Salvatore Balistreri Segui
milan galliani

Fonte: www.goal.com

MILAN GALLIANI E LA SLIDING DOORS MARTINEZ BACCA – Nei giorni finali dello scorso giugno i tifosi del Milan hanno dovuto far fronte alla perdita, nel fotofinish, di due acquisti arrivati a un passo dall’ufficialità come Kondogbia (trasferitosi ai cugini dell’Inter dopo i giorni e le notti concitate passate da Galliani e Ausilio nel Principato di Monaco per convincere il giocatore ad accettare le rispettive proposte) e Jackson Martinez (che preferì l’Atletico Madrid ai rossoneri quando ormai mancava soltanto l’ufficialità per il suo approdo a Milanello), accrescendo il loro malumore già ricco di delusione dopo la fine di una delle stagioni più buie della gestione Berlusconi. Con parecchi soldi a disposizione, però, Galliani si rimboccò le maniche e decise di investirli comunque acquistando Bertolacci dalla Roma e pagando l’intera clausola di rescissione al Siviglia per il bomber colombiano Carlos Bacca. Con il senno di poi e guardando come sta andando la stagione dei quattro giocatori di certo non si può dire che queste manovre di ripiego siano state del tutto fallimentari. Se da Bertolacci ci si aspettava e ci si aspetta sicuramente di più dopo i 25 milioni di euro investiti per lui, lo stesso non si può dire per ‘El Peluca’. Bacca, infatti, è il capocannoniere indiscusso della squadra di Mihajlovic con 12 reti realizzate in Serie A in 23 tiri verso lo specchio della porta: una media da autentico cecchino con quasi un gol ogni due tiri.

Leggi anche:  L'inchiesta di Report sui veri proprietari del Milan: ecco dove vedere la puntata in streaming gratis e diretta tv

MILAN GALLIANI E IL CURIOSO CASO DELLA SCOPERTA DEL COLOMBIANO – E’ nel post derby stravinto dai rossoneri, lo stesso Galliani ha rilasciato delle dichiarazioni a Milan Channel abbastanza curiose che rivelano come lo stesso ad della parte sportiva milanista abbia scoperto il talento e il fiuto del gol del centravanti della nazionale colombiana: “Come ho trovato Bacca in estate? L’ho trovato sfogliando il Panini internazionale – ha ammesso il massimo dirigente del club di Via Aldo Rossi – mi ha incuriosito e non poco lo score di 50 reti realizzate in Spagna in due stagioni“.
Un metodo un po’ particolare di scoprire un giocatore che per altro aveva già fatto parlare di sè disputando tre edizioni di Europa League da grandissimo protagonista (due con addosso la casacca del Siviglia e una con quella del Bruges): nel 2012-2013, durante la sua esperienza in Belgio, realizzò tre reti in sette presenze; l’anno dopo, scoperto e portato in Spagna dai ‘Rojiblancos’, ha timbrato il cartellino sei volte su quindici presenze, mentre lo scorso anno i gol in Europa League sono stati sette (tra cui uno alla Fiorentina nella semifinale di ritorno e due decisivi nella finale vinta contro il Dnipro) in quindici presenze. A questi possiamo aggiungere i 22 gol in 25 presenze messi a segno nella Jupiler Pro League belga.
Dati che dimostrano ancor più l’eccezionale vena realizzativa del 29enne centravanti nativo di Puerto Colombia, che ha sempre dimostrato le sue grandissime qualità ovunque abbia giocato: un giocatore salito alla ribalta e lodato da tutti i media d’Europa che fa suonare con tono bizzarro il fatto che un dirigente d’esperienza e di grande conoscenza del calcio come Galliani abbia sentito la necessità di consultare il Panini internazionale per scoprire le statistiche dell’attaccante della Nazionale colombiana.

  •   
  •  
  •  
  •