Neymar: Addio Barça? Questione di numeri

Pubblicato il autore: giuseppe spampinato Segui

neymar-barcelona-2013-hd-wallpapers-jpg
I guai per Neymar sembrano non finire mai. La FIFA, lo scorso anno, aveva oscurato la sua maglietta con la scritta 100% Jesus, esibita durante i festeggiamenti per la vittoria della Champions League contro la Juventus. Recentemente le autorità Saudite avevano fatto ritirare le pubblicità con il volto del brasiliano perché “devoto religioso cristiano” e perché quelle immagini “violano la sacralità religiosa dell’islam”.

A concludere la striscia di eventi sfortunati per Neymar ci pensa il fisco spagnolo, che blocca le proprietà del Brasiliano per un valore di circa quarantadue milioni di euro, comprendenti quelle della famiglia e delle società a suo nome. Tra gli oggetti di lusso sequestrati ci sarebbero anche un Jet e uno yacht.

Il padre del calciatore, che ne segue gli interessi economici, sembra aver detto basta. Non riuscendo a risolvere i guai con gli esattori spagnoli, infatti, sembra abbia deciso di far giocare il calciatore altrove.

Leggi anche:  10 Giornata, Dove vedere Juventus - Torino diretta tv e streaming

Le candidate ad accaparrarsi il fuoriclasse del Barcellona, però, non sono poi così tante. Le richieste economiche e le cifre spropositate che seguirebbero il suo trasferimento sono talmente elevate che anche i club più ricchi al mondo, compresi quelli asiatici hanno fatto marcia indietro.

Sul fronte Europeo, però, qualcuno potrebbe provare anche a pagare l’enorme clausola rescissoria che ammonta a centocinquanta milioni di euro.  Il PSG e il Manchester City sembrerebbero poter sopportare l’enorme sforzo economico ed essere disposte a sborsare tali cifre pur di avere in rosa Neymar.

Il padre agente pensa che un suo trasferimento lontano dalla Spagna possa risolvere i guai con il fisco, dal quale la famiglia Neymar sembra essere perseguitata. In particolare il Psg potrebbe essere una soluzione che fa gola sia al Brasiliano che alla sua famiglia.

Leggi anche:  MLS Cup playoffs: è tempo di finali

Il club parigino sembrerebbe essere intenzionato non solo a pagare i milioni relativi al cartellino del giocatore, ma anche a dare a Neymar uno stipendio che si accosti il più possibile a quello del suo attuale compagno di squadra Lionel Messi.

L’argentino, a partire da giugno, percepirà qualcosa come quaranta milioni di euro netti a stagione, in seguito al suo rinnovo contrattuale con il club catalano. Neymar potrebbe essere tentato da certe cifre, che gli farebbero immediatamente saldare il conto con la fiscalità iberica ma questo non sarebbe l’unico motivo di un suo eventuale trasferimento.

I numeri di Neyamr, nel momento in cui il suo compagno Messi aveva la sua stessa età, sono tutti a favore del brasiliano: più reti, più presenze e più assist. Inoltre Ronaldo, il fenomeno brasiliano idolo proprio di Neymar, ha speso parole di elogio per lui, definendolo come un fuoriclasse assoluto destinato forse a superare proprio Messi.

Leggi anche:  Bologna, Mihajlovic: "Non cambierò modulo"

L’amicizia che lega il giocatore con gli altri componenti del tridente più prolifico della storia del calcio (recente la polemica con CR7 su quanto contino o meno i rapporti di amicizia al di fuori del campo, polemica che non sembra minimamente aver scalfito il portoghese) non sembra quindi essere un motivo valido per rimanere, le cifre astronomiche di cui ha parlato il club francese potrebbero davvero superare qualsiasi legame umano.

  •   
  •  
  •  
  •