Roma, Strootman rientra 393 giorni dopo: “Mi sento di nuovo un calciatore”

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

Strootman
Tredici mesi dopo il calvario di Kevin Strootman è finito, la “lavatrice” è tornata a funzionare.
Un percorso lungo, faticoso, fatto di cadute e brevi ritorni, poi sconforto. Fino al minuto 78 della partita di ieri sera contro il Palermo, quando l’Olimpico è tornato ad osannare il suo nome: “Tornare all’Olimpico in una vittoria per 5-0 è perfetto, mi sento di nuovo un calciatore”.
393 giorni dall’infortunio di Firenze, passati tra infortuni e sofferenze, fino alla nuova rinascita: “Ho avuto tanta paura, ma non ho mai pensato di smettere con il calcio. Neanche quando hanno detto che mi sarei dovuto sottoporre ad una nuova operazione – ha detto Strootman nel dopo-partita – Adesso mi sto rimettendo in moto per ritornare al 100%, sto lavorando duramente con i medici e lo staff medico“.
Il nazionale olandese si fida di Spalletti, e crede nel nuovo corso di questa Roma: “Spalletti come Garcia è un grande allenatore, noi dobbiamo eseguire quello che ci dice e lui sceglie chi mandare in campo. Noi vogliamo puntare a un’ottima posizione di classifica, dobbiamo continuare sull’onda di queste cinque vittorie consecutive perchè lì davanti vincono tutte. La Champions? Vorrei tornare a giocarla con la Roma, l’anno scorso ho solo disputato 5 minuti in una brutta partita a Mosca”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Le probabili formazioni di Inter-Real Madrid: Zidane in totale emergenza, Conte lancia Eriksen?