Totti contro Spalletti: “Dica le cose in faccia. Voglio rispetto”

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

spalletti-totti
Dopo il silenzio, arriva lo sfogo di Francesco Totti, che si sente escluso dal progetto Roma e dagli schemi del nuovo allenatore Luciano Spalletti, che da quando è arrivato gli ha concesso solo pochi spezzoni di gara (circa mezz’ora contro il Frosinone e 3′ più recupero contro il Real Madrid con la squadra già sotto di due gol).
Intervistato in esclusiva dal Tg1, Totti chiede chiarezza sul futuro, visto che il suo contratto scade a giugno 2016:
Chiedo chiarezza sul mio futuro e rispetto per quello che ho dato con questa maglia. Non riesco a stare cosi nella Roma, voglio scendere in campo perchè sento di essere ancora un calciatore. Non ho mai imposto a nessuno di farmi giocare, ma sto bene e sono a disposizione“.
Poi il capitano giallorosso parla del suo rapporto con Luciano Spalletti, tornato da poche settimane sulla panchina della Roma: “Avrei preferito che fosse venuto a dirmi in faccia le frasi che invece ho letto sui giornali. Il nostro rapporto si limita a “buongiorno e buonasera”, ma lo stimo sia come tecnico che come uomo, e lo consiglio alla Roma anche per il futuro“.
Infine Totti parla del suo futuro e del suo incontro prossimo con il presidente Pallotta: “Ci metteremo a tavolino e vedremo cosa fare, ognuno dirà la sua e spero che tutti escano contenti. Mi aspetto solo correttezza“.

Leggi anche:  Brasileirão, 22a giornata: il Flamengo aggancia in vetta l’Atlético Mineiro, il Fluminense risale al quinto posto
  •   
  •  
  •  
  •