Salernitana, parla Lotito: “Ecco perchè ho esonerato Torrente”

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

lotito-torrente

Ora c’è anche l’ufficialità:  Vincenzo Torrente non è più l’allenatore della Salernitana.  Claudio Lotito lo ha sollevato dall’incarico, richiamando Leonardo Menichini.  Fatale, al tecnico campano, la sconfitta contro lo Spezia.

Al suo posto, come detto, Leonardo Menichini, già sotto contratto con la squadra granata ed artefice della vittoria del campionato di Lega Pro nella scorsa stagione con i campani.

Menichini all’inizio della stagione non fu confermato.  Ora torna al capezzale della Salernitana che, con Torrente, in ventiquattro giornate, ha raccolto ventitré punti, frutto di cinque vittorie, otto pareggi e ben undici sconfitte, portando la squadra fino al terzultimo posto della classifica in Serie B e a forte rischio retrocessione.

Il patron Claudio Lotito ha commentato così, sulle pagine de Il Mattino, la scelta del cambio alla guida della sua Salernitana: “Abbiamo deciso di cambiare adesso perché mancano diciotto giornate alla fine e c’è tutto il tempo per recuperare. Non potevamo aspettare ancora. Purtroppo qualcosa non è andato per il verso giusto con Torrente e, di concerto con mio cognato, abbiamo preso questa decisione”.

Leggi anche:  Dove vedere Dinamo Kiev-Barcellona streaming e diretta tv

Lotito continua: “A gennaio abbiamo rivoluzionato la squadra ma la scossa che speravo non c’è stata. Qualcosa non girava più nel verso giusto. Contro lo Spezia ho visto un gruppo che non era caricato a mille”.

Poi, belle parole verso il nuovo allenatore: “Menichini è super determinato. Sono certo che farà grandi cose con la Salernitana che gli ho messo a disposizione. Anche lui è convinto che la squadra possa fare bene e centrare l’obiettivo della salvezza”. 

  •   
  •  
  •  
  •