Sarri: “Avremo un popolo dietro”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

sarri

E’ un Maurizio Sarri, tranquillo, sereno e soprattutto motivato, quello che si è visto nella sala delle conferenze stampa di Castelvolturno, prima della partenza per Torino, dove il Napoli, si recherà nel pomeriggio per la sfida di domani con la Juventus. Il tecnico azzurro, non reputa la partita fondamentale per il resto della stagione, ma è un appuntamento da prendere con le molle, perché si gioca coi vice-Campioni d’Europa. Tutti temevano per le condizioni psicologiche della squadra, e per la grande pressione sui calciatori, che si vive anche in città: “La squadra l’ho vista come tutte le altre settimane non l’ho vista con pensieri particolari. Vedo la solita concentrazione, poi è chiaro che questa gara da grandi stimoli e bisogna saperli controllare”. Poi Sarri, fa un esame dal punto di vista tattico della partita: “Non sono preoccupato dal loro modulo. Loro hanno Cuadrado sugli esterni? Noi abbiamo Callejon ed Insigne, che non stanno facendo così male quest’anno. Per fare risultato in uno stadio del genere si passa solo da una grande prestazione accettando poi qualsiasi risultato”. Nessun obiettivo che vada oltre la gara di domani: “Noi non abbiamo obiettivi finali ma solo quello della partita di domani”. Poi fa un piccolo appunto alla mancanza dei sostenitori azzurri a Torino: “Dispiace, ma all’andata successe lo stesso. Loro avranno un stadio a sostenerli, noi un popolo”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Morte Maradona, il saluto di Dries Mertens: "Ti chiedo scusa se il mio nome è stato accostato al tuo"