Siracusa travolgente, la vetta è più vicina

Pubblicato il autore: Nicola Digiugno Segui
I tifosi del Siracusa in festa

I tifosi del Siracusa in festa

Il Siracusa travolge lo Scordia con un risultato limpido, 3-0, e riduce il distacco dalla vetta della classifica del girone I di Serie D. Il ritorno alla vittoria, dopo due pareggi, arriva nella domenica in cui tifosi e giocatori ricordano l’ex presidente Pippo Imbesi, deceduto pochi giorni fa. Lutto al braccio e minuto di raccoglimento per tributare il giusto riconoscimento a un uomo che ha dato tanto al calcio aretuseo. Non giocano Dezai e Spinelli, squalificati, nè Gallon e Vindigni, alle prese con fastidi di natura fisica.
La gara del Siracusa comincia nettamente in salita. Recriminazioni su due rigori non concessi, al 12′ per un fallo di mano di Ascione e al 27′ per l’atterramento di Savanarola. Al 36′ arriva la rete liberatoria di Catania, ispirato ottimamente da Barbiero, e gli azzurri decollano. Al 41′ raddoppio di Savanarola, che sfrutta un cross di Arena. Nella ripresa, al 51′, lo Scordia resta in dieci per la doppia ammonizione di Ascione. Al 53′ il gol che chiude il conto: lo mette a segno ancora un Savanarola in gran vena, servito da Arena. Ed è quest’ultimo più avanti a sfiorare il poker.
mercoledì nuova trasferta per il Siracusa, che sarà impegnato sul campo della Palmese. La Frattese, che ha osservato un turno di riposo, affronterà il Gragnano fuori casa, mentre la Cavese renderà visita al Gelbison. Completeranno il quadro Agropoli-Marsala, Aversa normanna-Roccella, Due Torri-Leonfortese, Noto-Vigor Lamezia, Reggio Calabria-Rende e Scordia-Vibonese.

Leggi anche:  Napoli, rinnovo per Gattuso: senza clausole né penali

I COMMENTI
“Le squadre che vengono a Siracusa si difendono con molti uomini. Non era facile far saltare il loro bunker con due baluardi al centro”, spiega Gianluca Cristaldi, vice di Sottil, che tiene a sottolineare: “Non dimentichiamo che lo Scordia è uscito indenna da Cava de Tirreni , dove magari avrebbe meritato anche la vittoria”.
“Sono contento per il risultato e la prestazione”, così a fine partita Pietro Dentice, che aggiunge: “Tutti abbiamo disputato un’ottima partita. Sono venuto per vincere il campionato, siamo in una piazza importante e sappiamo quale sia l’obiettivo”.
Prima doppietta con la maglia azzurra per Peppe Savanarola: “Ho dedicato il mio primo gol alla mia famiglia e poi, naturalmente, ai nostri tifosi. Sono le classiche gare che possono riservarti sorprese. Venivamo da due pareggi interni, non potevamo sbagliare. Dobbiamo continuare su questa strada. E’ solo l’inizio di una lunga serie di partite che dobbiamo vincere”.

Leggi anche:  Champions League 2020/21, le probabili formazioni della quinta giornata e statistiche

 

Il tabellino

3-0

SIRACUSA: D’Alessandro, Barbiero, Dentice, Baiocco (72’ Trofo), Orefice, Chiavaro (84’ Porcaro), Sibilli, Giordano, Savanarola (75’ Longoni), Catania, Arena. A disposizione: Viola, Santamaria, Palermo, Marghi, Marino, Ricciardo. Allenatore Sottil (squalificato; in panchina Cristaldi).

SCORDIA: Pandolfo, Liistro, Pirrotta, Gallo (69’ Ousmane), Diop, Simonetti, Mascara, Zumbo, Palmiteri (66’ Di Maggio), Provenzano (56’ D’Agostino), Ascione. A disposziione: Vizzi, Baiata, Di Maira, D’Agostino, Mazzamuto, Messina. Allenatore Serafino.

RETI: 35’ Catania, 41’ e 53’ Savanarola.

ARBITRO: D’Ambrogio di Frosinone.


LE ALTRE PARTITE E LA CLASSIFICA

Gli altri risultati della ventiquattresima giornata, Leonfortese-Gelbison 0-0, Marsala-Palmese 0-0, Rende-Agropoli 1-2, Roccella-Due Torri 1-1, Vibonese-Gragnano 1-1, Vigor Lamezia-Reggio Calabria 1-1, Cavese-Noto 2-1, Sarnese-Aversa normanna 1-1. La classifica: Cavese 24, Frattese 47, Siracusa 45, Reggio Calabria 36, Aversa normanna 34, Sarnese 34, Noto 31, Due Torri 31, Vibonese 31, Gragnano 29, Palmese 29, Marsala 28, Agropoli 28, Roccella 26, Rende 24, Gelbison 23, Scordia 17, Vigor Lamezia 15.

  •   
  •  
  •  
  •