Sousa: “La Fiorentina può farcela”

Pubblicato il autore: giuseppe spampinato Segui

sousa
Dopo aver fatto un ottimo inizio di campionato ed essersi persa nella fase centrale del torneo, la Fiorentina di Paulo Sousa sembra aver trovato il giusto equilibrio tra gioco e risultati. Il terzo posto attualmente occupato dalla viola dimostra come Sousa abbia trovato la chiave giusta per fare una grande stagione. L’obiettivo Champions, se raggiunto, sarebbe un traguardo quasi inaspettato se si pensa che la Fiorentina non aveva minimamente auspicato questo risultato alla partenza del campionato.
Oltre alla Serie A, però, gli uomini del tecnico portoghese devono affrontare una competizione Europea che appare ostica sopratutto se si pensa che gli avversari dei viola saranno gli Spurs del Tottenham.
Dopo aver pareggiato per 1-1 nella gara di andata al Franchi ora la Fiorentina è chiamata ad un’impresa tutt’altro che facile allo stadio White Hart Lane di Londra.
In vista di questa difficile trasferta Sousa è tornato a parlare predicando calma e rispetto per un avversario che, a detta sua, “é tra le migliori cinque squadre d’Europa sotto il piano tecnico, fisico e mentale”.
Il Tottenham” ha continuato Sousa “è una squadra giovane, ha qualità e fame,all’andata siamo riusciti a metterli in difficoltà ma domani serviranno intensità mentale e fisica“.
Per quello che riguarda l’elenco dei convocati l’allenatore ha voluto rassicurare i tifosi della Fiorentina “Borja Valero è influenzato, oggi lo abbiamo lasciato in albergo a riposare per evitare un peggioramento ma non rischia di saltare il match, Badelij e Ilicic saranno della partita“.
Sousa non si tira indietro dall’esprimere una sua opinione sullo stato attuale della squadra inglese e sul suo allenatore. “Non credo che siano distratti dal campionato.Credo che la mentalità di Pochettino sia vincere tutte le partite e sarà sempre così”
Sempre restando in tema di allenatori Sousa dice la sua sul suo collega e connazionale Josè Mourinho. “Non so se tornerà in Serie A o in Premier. A questa domanda dovrebbe rispondere Josè, il mio pensiero è che i migliori dovrebbero esserci sempre nel mondo del calcio. Lui ha dimostrato di essere un allenatore di altissimo livello
“Ho lo stesso animo di quando avevo iniziato il mio percorso da allenatore, voglio far giocare il miglior calcio possibile alle mie squadre, aiutando al massimo i giocatori a crescere, ma anche gli arbitri, consapevoli che anche loro a volte sbagliano. Domani ci saranno due squadre di altissimo livello, spero che anche il direttore di gara sia al nostro stesso livello“.
La gara dei viola contro gli Spurs sarà arbitrata dal rumeno Ovidio Hategan.
All’andata fu un gol capolavoro di Bernardeschi a rimettere in carreggiata la Fiorentina, dopo che il Tottenham era passato in vantaggio con la rete di Chadli su calcio di rigore.
Gli uomini di Sousa avevano sfoderato un’ottima prestazione concedendo pochissimo agli inglesi e riuscendo a ripartire in contropiede magistralmente.
Chiaramente Sousa sa che la partita di ritorno non avrò lo stesso copione, sarà molto più dura per i suoi giocatori contrastare una squadra che cercherà, sin dalle prime fasi di gioco, di fare la partita davanti ai propri tifosi.

Leggi anche:  Inter-Real Madrid, le probabili formazioni: Benzema out, Conte lancia i fedelissimi?
  •   
  •  
  •  
  •