Squinzi: “Berardi-Juve? Non è detto. Berlusconi irraggiungibile. Caso Totti…”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

Squinzi

Ormai non è più una sorpresa il Sassuolo del presidente Squinzi, che si migliora anno dopo anno. Il patron neroverde ha rilasciato una bella intervista alla Gazzetta dello Sport dove affronta vari temi, da Berardi a altri temi riguardanti la sua squadra del cuore, ovvero il Milan. Si parte da Berardi possibile sposo bianconero? “Juventus? Mah, non è detto”. Sul presidente Berlusconi: “E’ irraggiungibile. L’altro giorno ho visto in tv uno speciale sulla sua vita milanista, ai gol di Van Basten o di Sheva stavo per mettermi a piangere. Ma anche il Sassuolo è una bella storia, una società che ho comprato nel 2003 per 35 mila euro e che è arrivata dove è arrivata. Andare in Europa mi sembra molto difficile, mi piacerebbe chiudere al settimo posto. Rappresentiamo una città di 40 mila abitanti, l’ambizione è diventare la seconda squadra degli italiani, abbiamo le idee chiare e un progetto ben definito: puntare sui giovani ed esaltare i giocatori nati nel nostro Paese”. Su come divide il suo tempo: “La Confindustria per il 60%, la Mapei per il 35%, il resto il Sassuolo. In maggio  finirà il mandato a Confindustria, così potrò dedicarmi molto di più al Sassuolo. Ma Di Francesco non si preoccupi, non sono abituato a interferire, a dare la formazione all’allenatore. Errore più grave fatto in questi tre anni? Mandare via Di Francesco e prendere Malesani. Però ci siamo corretti in tempo e comunque è servito a dare una scossa a una squadra che stava pagando l’impatto con la Serie A. Poi è maturata, sono convinto che potrà restarci a lungo”. Un pensiero sul caso Totti-Spalletti: “Sto a metà strada: Spalletti è stato un po’ brusco, Totti deve farsi un esame di coscienza e capire che a quasi 40 anni… L’ho sempre ammirato, avrei voluto vederlo nel Milan. Sono contento che potrebbe aver segnato proprio al Sassuolo l’ultimo gol della sua straordinaria carriera”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 9.a giornata: il programma di Sky e DAZN