Thiago Silva: “Sono stato depresso dopo il Mondiale in Brasile”

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

thiago silva
Ogni brasiliano difficilmente dimenticherà il “Mineirazo”, la disfatta in semifinale contro la Germania ai recenti mondiali organizzati nel 2014 proprio dal paese verdeoro.
L’onta di una simile umiliazione è difficile da cancellare, specie se vanti cinque titoli mondiali in bacheca e sei una delle nazionali più forti del pianeta. Quella notte di Belo Horizonte, quel 7-1 subito dalla Germania davanti al proprio pubblico sono ricordi indelebili, specie se sei il capitano di quella squadra che ha sulle spalle le speranze di un popolo intero.
Un periodo difficile, di insicurezza e depressione, che ha investito Thiago Silva, difensore della Selecao e del Psg, uno dei migliori al mondo nel suo ruolo.
Intervistato da Canal+, il brasiliano ha ammesso di aver attraversato un momento tra i peggiori della sua vita: “E’ stato senza dubbio uno dei momenti più difficili, il presidente del Psg Al-Khelaifi mi ha dato un sacco di consigli: mi ha detto che sono il miglior difensore al mondo ma che avevo ancora bisogno di lavorare. Così gli ho detto che lavoro sempre, ma non sapevo cosa mi succedeva in testa perchè avevo qualche problema”.
Eppure Thiago Silva nemmeno giocò la semifinale contro i futuri campioni del mondo perchè squalificato: “Io mi sono sentito colpevole perchè squalificato per la gara contro la Germania, ma tutti dimenticano che io quel giorno non ho giocato”.

  •   
  •  
  •  
  •