Torino: continua la crisi di risultati

Pubblicato il autore: dariolignana

FOTO DI MASSIMO RANA

FOTO DI MASSIMO RANA

Continua la striscia negativa di sconfitte del Torino di Giampiero Ventura. Non è bastato il pareggio di Belotti in extremis contro la Sampdoria di Montella, a placare gli animi di una piazza che ora pretende lecite spiegazioni. La sconfitta casalinga tra le mura dell’Olimpico contro il Chievo Verona, ha rimarcato l’attuale fase confusionaria che tecnico e giocatori stanno vivendo in prima persona, delineando le defezioni sia a livello di rosa che a livello di gioco (prevedibile e poco preciso). Quella di domenica è stata la decima sconfitta stagionale dei granata, la quarta tra le mura amiche , che segue una campagna acquisti invernale deludente. Il tanto acclamato regista non è infatti giunto sotto la Mole, così come la situazione tra i pali è rimasta sempre la medesima. Un mercato che ha visto solo nell’acquisto/ritorno di Ciro Immobile un barlume di speranza, spentosi poi anche con le mancate cessioni di alcuni elementi superflui e lontani ormai dai progetti granata. Uno tra tutti Amauri, che ha rifiutato le offerte provenienti dalla serie cadetta da parte di Modena e Livorno, che gli avrebbero garantito comunque un certo minutaggio rispetto alle sporadiche apparse con la maglia granata. Il giocatore ha però preferito restare a Torino, nonostante lo spazio per lui non ci sia e il tecnico non intenda utilizzarlo. L’età media della difesa è un altro dato che allarma e non poco tecnico e tifosi. Vista la quasi ormai certa partenza di Maksimovic direzione Napoli, al termine della stagione , il Torino e la sua squadra mercato dovranno muoversi con determinazione sul mercato per portare a Ventura un difensore giovane e di prospettiva. Sulla questione panchina, altro tema scottante in casa granata, il patron Cairo ha confermato la piena fiducia nei confronti dell’attuale tecnico granata, anche per non destabilizzare ulteriormente un ambiente che non sta certamente vivendo giorni radiosi. Il cammino dei granata in questa stagione è stato una continua discesa, dopo una partenza che faceva parlare addirittura di Champions League.  Il tempo ha dato però torto a Glik e compagni, che ora dovranno tornare a vincere partendo proprio dal prossimo impegno stagionale , che vedrà impegnato il Torino di Ventura tra le mura del Barbera, fronteggiarsi contro un Palermo in cerca di riscatto e di punti necessari ad allontanarsi dalla zona calda della retrocessione. Non sarà dunque una partita facile per i granata , alla ricerca disperata di punti per cercare di recuperare la stima e l’affetto di una tifoseria, amareggiata dopo l’ennesima sconfitta stagionale . Servirà una vera e propria impresa per Glik e compagni al fine di espugnare il difficile “Renzo Barbera”, stadio storicamente ostico anche alle prime della classe, con un ex che certamente proverà a mettere i bastoni tra le ruote alla compagine granata: Sorrentino. Il numero uno rosanero attende infatti con ansia ed emozione questa sfida , visti i suoi precedenti con la maglia granata. Ora gli obbiettivi della società granata , sfumata anche la carta della Coppa Italia, sembrano
dissiparsi di partita in partita , di giornata in giornata, vedendo  l’Europa che si fa sempre più lontana…

Leggi anche:  Fiorentina Conference League, dove vederla contro Heart of Midlothian Sky, TV8 o DAZN?
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: