Allarme Milan: Mr. Bee non ha un soldo!

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

Milan
Sembrava si respirasse aria nuova in casa Milan. La finale di Coppa Italia, obiettivo scontato viste le avversarie, ma comunque obiettivo sempre portato a casa, il periodo positivo in campionato e la squadra che sembra finalmente aver trovato una fisionomia dopo secoli di anonimato tattico.
Mihajlovic sembrava l’uomo giusto per ripartire, dopo Chievo però tornano i malumori. Critiche, frecciatine: la situazione, purtroppo, è abbastanza chiara. Il Milan si giocherà la Coppa Italia il 21 maggio a Roma, Sinisa si giocherà la riconferma in quella data.
Insomma un all in, una mano da vero pokerista. Le opzioni sono due, o riconferma e coppa, oppure esonero. Lazio, Atalanta e Juve daranno qualche indicazione in più sul campionato rossonero, attualmente il rischio sarebbe quello di farsi risucchiare dal Sassuolo e di perdere l’accesso sicuro in Europa League: sarebbe l’ennesimo flop di un lustro, sono cinque infatti gli anni senza successi, davvero disastroso. La squadra di Berlusconi naviga in acque basse, bassissime, quasi stagnanti. Da anni si vocifera di un cambio di presidenza, la questione ormai sta sfociando nel grottesco: non si capisce veramente se esista veramente un nuovo compratore e se questo presunto investitore abbia fondi.
In estate si era parlato di un magnate asiatico per il Milan, in realtà sono stati discorsi che hanno lasciato ben poco di concreto. Nessun magnate e forse nessun investitore, e se fosse tutto solo un coup de theatre, uno spettacolo architettato da quella vecchia volpe di Berlusconi. Un modo per attirare nuove attenzioni e nuovo entusiasmo sulla squadra?
Può essere, anche se sono tutte parole, solo parole. Ora mancano le garanzie per il mercato estivo, chiunque sia l’allenatore, mancano proprio le basi societarie. Che ne sarà del povero Milan, di questo Diavolo con gli artigli spezzati?
Mr. Bee sembra sparito: non si sa bene chi sia, se esista e se abbia realmente capitali da investire. Potrebbe anche essere solamente un fantoccio, un nome cacciato nella mischia. Quest’estate toccherà nuovamente alla Fininvest coprire la campagna acquisti del Milan, ma come? con che progetto? E soprattutto, con che allenatore? Tante domande, troppe, poche certezze, quasi nessuna.
Il Milan si affaccia a questo finale di stagione con troppi punti interrogativi, con tante questioni ancora in sospeso.

Leggi anche:  Coppa Italia, sorteggi ottavi: Juve-Genoa, Milan-Torino
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: