Allegri “Povero Sacchi… Ha settant’anni, capiamolo..”

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

allegri (1)
Si avvicina la sfida di Champions League contro il Bayern Monaco e la tensione in casa Juve sale di minuto in minuto. Servirà davvero un’impresa, servirà il match perfetto. Max Allegri si dice convinto di potercela fare, definisce l’impresa come un qualcosa di possibile, “un sogno realizzabile, non certo un’ossessione: un qualcosa di bello che ci deve far crescere, comunque vada”.

Il Bayern è un carrarmato e l’ha fatto vedere nella sfida di Torino, ma chissà… Nel calcio non v’è nulla di certo, per cui perché non crederci?

Allegri risponde anche a Sacchi che negli ultimi giorni ha criticato in maniera accesa la mentalità della Juve in Europa, accostando la squadra bianconera al Rosenborg. Insomma, per dirla a chiare lettere, un modo poco sottile per dire che la squadra di Torino conta quanto l’ultima della classe in Champions, per sottolineare la mancanza di esperienza.

Leggi anche:  Barcellona, gol di tutta la squadra: stipendi tagliati, aiuto al club

“A Sacchi voglio bene, è stato un grande del calcio. Cerchiamo di capirlo, è una persona di settant’anni…”, queste le parole di Allegri nella conferenza stampa pre Sassuolo. Perché prima del Bayern c’è ancora il Sassuolo e Allegri non vuole certo sottovalutare l’obiettivo.

Un passo falso farebbe tornare sotto il Napoli, impegnato nella trasferta di Palermo, contro una squadra in piena lotta retrocessione.

Il Conte Max sa bene dell’importanza dell’incontro, sa anche che basta un piccolo passo falso per stravolgere nuovamente tutto: “Il  Napoli sta facendo un campionato straordinario, sarà una sfida all’ultimo punto. Per riprendere la metafora ciclistica adoperata da Sarri, posso dire che abbiamo passato la salita e ora comincia la discesa, ma l’attenzione dev’essere ai massimi livelli: basta un passo falso per scivolare. Firmerei per portare a casa due dei trofei per cui siamo in corsa, ma non sarà certo facile, ci aspettiamo un finale di stagione tiratissimo”.

Leggi anche:  Juventus, le parole di Pirlo sulla sfida di domani. Poi il ricordo di Maradona

Una partita, quella di domani, che potrà spegnere ulteriormente gli entusiasmi dei tifosi azzurri, oppure alimentare nuove speranze. Un match decisivo anche per Gigi Buffon, che vede avvicinarsi sempre più il record di imbattibilità di Seba Rossi: mancano ancora 94 minuti al traguardo.

Juve vs Sassuolo è un incontro cruciale, il Bayern può attendere. Allegri lo sa bene.

  •   
  •  
  •  
  •