Panchina d’Oro, vince Allegri: “Società, staff e giocatori più importanti di me”

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta Segui

juventus

Panchina d’Oro. Si è da poco conclusa la premiazione per la Panchina d’Oro come migliore tecnico della scorsa stagione. Max ringrazia subito tutto l’ambiente Juve per il premio: “Ringrazio innanzitutto i miei giocatori, perché se ho vinto questo premio è soprattutto grazie a loro. Tengo, però, a ringraziare anche il mio staff e tutti i colleghi che mi hanno votato”. L’allenatore della Juventus è stato premiato dal presidente della FIGC Carlo Tavecchio e dal rappresentante dell’Associazione Allenatori Renzo Ulivieri, per i brillanti risultati conseguiti sulla panchina bianconera nella stagione passata. Allegri infatti ha mantenuto la Vecchia Signora sul trono d’Italia vincendo anche la Coppa Italia e raggiungendo per di più la finale di Champions League che la squadra in bianco e nero non disputava dal lontano 2003 (persa per 3-1 contro il Barcellona di Luis Enrique).

Ecco alcune dichiarazioni degli allenatori presenti. Edy Reja, in esclusiva a tuttomercatoweb, ammette: “Ho votato Allegri. Donadoni? Ha vissuto momenti difficili ma votavamo il tecnico”. Prende la parola poi il tecnico del Frosinone Roberto Stellone, che fresco vincitore della Panchina d’Argento commenta in esclusiva a tuttomercatoweb: “Noi e il Carpi abbiamo fatto qualcosa di straordinario, dovevamo salvarci, poi abbiamo fatto ed ottenuto di più”. Arrivano anche le dichiarazioni di Roberto Donadoni, tecnico del Bologna: “Non mi aspettavo di vincere. So quello che ho vissuto a Parma in quell’annata complicata. Come va a Bologna? Tutti si aspettano di fare bene, è difficile quantificare il quanto”. Vincenzo Montella, tecnico della Sampdoria, ammette: “Ho votato Di Francesco. Sta facendo delle cose importanti in questa stagione. Un bilancio con la Samp? È un’esperienza formativa importante e si cresce anche cosi”. Cosi parla Eusebio Di Francesco: “È stata una soddisfazione la vittoria sul Milan, mi sono anche divertito. Speriamo di andare avanti cosi. Chi ha vinto ha meritato, io ho votato Vincenzo Montella”. Presente alla premiazione anche Claudio Ranieri, tecnico e fautore della favola Leicester: “Il valore degli allenatori e del calcio italiano è altissimo”. Viene poi il turno di Gianni De Biasi, ct della nazionale di calcio dell’Albania e vincitore della Panchina speciale: “Dedico ai miei ragazzi questo premio importante, è un vero onore”.

  •   
  •  
  •  
  •