AS ROMA: la festa appena cominciata è già finita. Gli ingaggi della rosa

Pubblicato il autore: Mario Tommasini Segui

PallottaLa visita di Pallotta, la chiusura del bilancio 2015 e l’incontro con Totti. Pochi giorni per capire il futuro della AS Roma.

Dalla visita del presidente Pallotta e l’uscita del bilancio d’esercizio 2015 emergono molte ufficializzazioni e si cominciano a capire le strategie future della AS ROMA.
Ufficializzazioni. Zukanovic e Perotti sono stati acquisiti a titolo definitivo Diego Perotti, per 9 milioni di euro, ed Ervin Zukanovic, per 2,8 milioni di euro. Emerge anche l’ufficializzazione dell’acquisto del cartellino del giovane talentino brasiliano Gerson Santos da Silva dal Fluminense a partire dalla stagione 2016/2017 per un costo di 16,6 milioni di euro. Dichiarate infine le cifre relative all’operazione Salah: la Roma ha speso 21,656 milioni di euro tra costo del prestito (5 milioni), quello del riscatto (15,5 milioni) e i compensi a intermediari (1,156 milioni).
Scenari futuri. Alla luce di quanto emerso, visto il bilancio in rosso e i risultati che stentano ad arrivare, la parola d’ordine in casa Roma sembra essere quella di tagliare.
Il problema è dove. Molto probabilmente si lavorerà sul monte ingaggi.
Attualmente la Roma spende, lordi, 107 milioni di euro. Seconda squadra di serie A, dopo la Juventus. È ovvio che qualche riflessione vada fatta e le notizie che stano trapelando in questi giorni sono legate a valutazioni economiche prima che tecniche.
Affare Gervinho, cedi uno prendi due. Potrebbe essere questa la linea futura della Roma. Ovvero valutare non solo il costo dei cartellini ma anche il bilancio degli ingaggi dei giocatori.
L’ivoriano Gervinho per la stagione 2015/2016 avrebbe percepito un’annualità netta di 2,8 milioni di euro, più della somma degli ingaggi annuali di Diego Perotti (1,5) e Ervin Zukanovic (0,5). È logico quindi che i primi ad essere stati coinvolti sono i giocatori dal contratto oneroso.
De Rossi (6,5), e non è una novità, sarebbe un bel colpo d’accetta per le casse societarie così come Pjanic (3,2) è finito (o è stato inserito ad arte) nelle indiscrezioni delle trattative di mercato. Dzeko (4,5) e Digne (2,7) poi, se le indicazioni sono queste, difficilmente saranno riscattati.
Capitolo Allenatore. E non dimentichiamo che non più tardi di 6 mesi fa Rudi Garcia ha rinnovato un contratto con la Roma fino al 2018, per un ingaggio di 2,5 milioni di euro netti a stagione. Luciano Spalletti invece percepirà fino a giugno 2017 un ingaggio di 3 milioni di euro netti a stagione.
Rinnovo Totti. Nel quadro generale si inserisce anche la questione Capitano. Il rinnovo contrattuale è stato discusso oggi, non è chiaro se per continuare l’attività agonistica o con un ruolo differente in seno alla società (pare una vicepresidenza). Con l’avvicinarsi della primavera, ci sarà di che sfogliare le margherite.
pallotta-sciarpa-roma
Per un quadro d’insieme, c’è bisogno di un dettaglio riassuntivo dell’attuale monte ingaggi.
Questa la classifica dettagliata con gli ingaggi e le relative scadenze, fornita come ogni anno da “La Gazzetta dello Sport” ed integrata con i “nuovi” (lordo per la squadra, netto per i giocatori):

Leggi anche:  Probabili formazioni Sampdoria Milan: per i due tecnici un ballottaggio in attacco

AS ROMA (107 milioni di euro)
De Rossi 6,5 – scadenza 2017
Dzeko 4,5 – 2020
Salah 3,5 – 2019
Nainggolan 3,2 – 2020
Pjanic 3,2 – 2018
Szczesny 3 – 2016
Strootman 2,8 – 2018
El Sharaary 2,8 – 2019 (in prestito da gennaio fino a giugno)
Castan 2,6 – 2018
Digne 2,5 – 2020
Totti 2,5 – 2016
Manolas 1,8 – 2019
Florenzi 1,7 – 2019
Perotti 1.5 – 2019
De Sanctis 1,5 – 2016
Maicon 1,5 – 2016
Torosidis 1,3 – 2017
Iago Falquè 1,2 – 2020
Rudiger 1,2 – 2020
Zukanovic 1 – 2019
Keita 1 – 2016
Ucan 1 – 2019
Vainqueur 0,8 – 2018
Lobont 0,5 – 2016
Ponce 0,5 – 2020
Gyomber 0,35 – 2019
Palmieri 0,35 – 2020

Leggi anche:  Dove vedere Reggina Brescia streaming e diretta Tv Serie B

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: