Avellino, Marcolin: “Noi bravi a mettere in difficoltà il Crotone”

Pubblicato il autore: Sabato Simone Del Pozzo Segui

Marcolin
Dario Marcolin
parla in coferenza stampa nel post gara di Avellino Crotone, match terminato a reti inviolate.
Buono, tutto sommato, l’esordio del nuovo allenatore degli irpini che era atteso da una sfida difficile contro la prima della classe.
Le squadre hanno dato da subito l’impressione di accontentarsi del pari.
Sono apparse, infatti, molto rinunciatarie entrambe le compagini. Marcolin non voleva sbagliare all’esordio e si è accontentato di 1 punto contro un Crotone che, dati alla mano, non ha praticamente mai calciato in porta con pericolosità.
Calabresi decimati dalle assenze che allungano sul terzo posto ma che si vedono superare in classifica dal Cagliari che espugna Modena negli ultimi 2 minuti ribaltando il risultato.
Marcolin appare comunque soddisfatto: “abbiamo lavorato bene e giocato per chiudere loro le linee di passaggio. Abbiamo messo in campo l’anima tenendo bene il campo, rimanendo corti. Alcune ripartenze sono state importanti. Nel primo tempo Insigne e Gavazzi si innescavano bene. L’inizio è stato positivo, siamo stati bravi a non rischiare e a fare il nostro gioco.
Ho messo D’attilio perchè D’Angelo aveva i crampi e ho scelto lui. Gavazzi aveva speso tanto e non me la sentivo di indietreggiarlo.

Il neo tecnico poi prosegue spiegando che non ha cambiato modulo per non dare troppo spazio agli ospiti che sono micidiali in ripartenza: il Crotone ti fa male se ti allunghi, non ho cambiato modulo perché eravamo compatti e Mokulu teneva bene campo. Abbiamo fatto i primi passi per arrivare bene alla fine della strada. Ho pensato al cambio di modulo, ma quando affronti una squadra forte hai sempre il rischio che qualcosa nel finale non possa andar bene. Contro l’Ascoli lo avrei fatto, ma oggi no.
Siamo stati bravi a mettere in difficoltà il Crotone.
Rifarei le stesse scelte se potessi rigiocare la partita. Jidayi ha fatto una buona gara, ma non deve perdere la concentrazione perché a volte sbaglia il tempo su alcuni interventi Se avessi avuto la possibilità mi sarei messo a specchio con il Crotone, il quale ha avuto un giorno in più per preparare la partita di oggi. Sembra una cosa sciocca ma invece è importante.”

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dragusin: il futuro è alla Juventus