Balotelli, Bertolacci, De Sciglio: le occasioni stanno finendo

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui

Balotelli
Il Milan archivia una brutta domenica pomeriggio in cui torna sulla Terra dopo un inizio di girone di ritorno che lo vedeva ancora imbattuto. Dopo un buon inizio di gara contro il Sassuolo, con due-tre ottime occasioni create dai rossoneri, il gran gol di Duncan ha tagliato le gambe a Bacca e compagni, che hanno chiuso il primo tempo in sofferenza e hanno giocato un pessimo secondo tempo.
Una brutta prova da parte di tutta la squadra, uno scivolone che non ci voleva dopo diverse prestazioni incoraggianti, arrivato comunque contro un ottimo Sassuolo. Con Bacca fuori fase, Honda impreciso e anche Jack Bonaventura non particolarmente in giornata, sono pochi i giocatori che si salvano nel Milan di oggi, e non si vuole quindi trovare dei capri espiatori. Ma purtroppo la partita di oggi ha confermato le pessime indicazioni arrivate nel corso di tutta la stagione da tre calciatori teoricamente fondamentali nel progetto-Milan: De Sciglio, Bertolacci e Balotelli.

Il terzino nonostante l’impegno profuso continua il suo processo di involuzione che da giovane promessa e futura colonna del Milan lo sta portando a essere un oggetto misterioso, l’ombra del calciatore di belle speranze che qualche ottimista paragonava a Maldini. Oggi, nonostante la fascia di capitano e il traguardo delle cento presenze, De Sciglio ha giocato l’ennesima partita scialba. A questo punto, dopo una stagione fino adesso da 16 partite e 5,34 di media voto (Gazzetta dello Sport), la dirigenza rossonera deve iniziare a interrogarsi sul futuro del laterale difensivo classe 1992.
Giunto a Milanello con la non semplice etichetta di “Mister 20 milioni”, Andrea Bertolacci sembrava essere l’uomo in grado di migliorare il bisognoso centrocampo rossonero. Con una serie di brutte partite invece rischia di diventare un “pacco” arrivato in sessione di calciomercato. L’ex Genoa non riesce proprio a ritrovarsi negli standard che gli avevano fatto guadagnare la nazionale appena un anno fa. Gioca fuori posizione? Ha qualche problema di condizione fisica? Tutti alibi possibili ma che non bastano a spiegare un campionato fino ad ora molto al di sotto delle aspettative.
E infine arriviamo ad un’altra nota dolente, Mario Balotelli. Dopo uno sfortunato periodo alle prese con la pubalgia il centravanti rossonero sta faticando a ritrovare la forma migliore e il gol, e soprattutto non riesce mai ad entrare nel vivo della manovra rossonera. Mancanza di impegno? Anche. Sicuramente oggi non ha avuto moltissimi palloni, e probabilmente se Bacca gli avesse passato quel pallone nel primo tempo saremmo qui a criticare i detrattori del attaccante ex Manchester City e Liverpool. Ma purtroppo con i se e con i ma non si va lontani, e allo stato attuale dei fatti il riscatto di SuperMario Balotelli sembra un miraggio.

Come non basta una sconfitta per cancellare quanto di buono stia facendo il Milan di Mihajlovic in questa seconda parte di stagione, allo stesso modo non si possono emettere sentenze definitive su questi giocatori adesso, a marzo. Non resta che fare a tutti e tre un grande in bocca al lupo per il finale di stagione e sperare che, per il bene del Milan e anche dell’Italia, De Scigio, Bertolacci e Balotelli si ritrovino e tornino ad essere dei giocatori importanti. Al campo la parola!

  •   
  •  
  •  
  •