Balotelli festeggia dieci anni di carriera

Pubblicato il autore: Daniela Segui

BalotelliMario Balotelli festeggia oggi dieci anni di carriera. Il giorno 02 aprile di dieci anni fa il campione di colore all’età di soli quindici anni e otto mesi debuttava in campo nella partita Lumezzane-Padova, distinguendosi subito per il suo talento. Una bravura che si è portato dietro in diversi anni, tanto da renderlo una “stella” nel firmamento dei campioni del calcio. E’ stato così per lungo tempo, ma ora, a dieci anni di distanza almeno per quest’ annata, le cose sembrano totalmente cambiate… in peggio!I suoi scandali personali, le sue relazioni a dir poco “infelici” la nascita di una figlia prima non voluta poi accettata, il fermo dal calcio a causa di disagi fisici personali hanno minato di tantissimo in seguito la sua fama di “integerrimo campione”. Inutile dire che questo anniversario è tutt’altro che felice per il mitico Super Mario che indossa ora, ma solo da poco la maglia Rosso Nera. A fine stagione, è quasi certo che andrà via dal Milan, il Liverpool, da cui è stato preso in prestito per la squadra italiana.  non è intenzionato a mantenerlo e un futuro roseo si prospetta per lui soltanto in Cina dove il calcio è considerato un “astro nascente” tra tutti gli sport. Per lui infatti ci sarebbe un ingaggio di circa quindici milioni di euro ogni stagione, cifra record  che per ora nessun’altra squadra in Europa è disposta a pagare… non per lui almeno, dato le sue giocate a dir poco “out” e l’annata negativa che ha subito passivamente. Ricordiamo che Balotelli è stato fermo a lungo a causa di una pubalgia che l’ha portato addirittura sotto i ferri e l’ ha bloccato per diversi mesi proprio nel bel mezzo del campionato. Gli allenamenti sono ricominciati per lui da tempo, ma ancora non ha “la forza sufficiente per scendere in campo”- come afferma qualche tifoso- “non ce la fa a correre a lungo, ha le gambe molli e non padroneggia più il gioco come un tempo”. L’ allenatore del Milan Mihajlovic ha ancora tanta fiducia in lui e lo difende da chi lo accusa di avere compiuto nella vita scelte sbagliate e di non avere giocato come doveva nel Milan in questa stagione. Intervistato da Sky Sport, ha affermato:”E’ vero che è tutto molto amplificato quando si parla di Mario, ma è anche vero che molto è farina del suo sacco. Quest’anno si è sempre comportato da dieci. Poi deve fare qualcosa di più in campo, questo lo sa anche lui, ne parliamo spesso. Sono sicuro che ci riuscirà- ancora- La cosa fondamentale è che lui è un bravo ragazzo, gli voglio bene. Lui sa che ha fatto tante cose sbagliate, è il primo a dirlo. Sono stato dritto, schietto, come sono fatto io. Volevo parlare con lui e guardarlo negli occhi, perchè conosco Mario da quando Mancio lo fece debuttare all’Inter, quando era un ragazzino. Da allora sono passati tanti anni, è anche cambiato. Ho ritrovato una persona matura, ho visto un uomo, non un ragazzino. Ho voluto guardarlo negli occhi e mi ha dato l’impressione giusta.”

Leggi anche:  Lega Pro: il Mantova trova la prima vittoria in campionato ai danni del Piacenza
  •   
  •  
  •  
  •