Berlusconi ci prova. Un grande ex per la panchina del Milan

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
berlusconi
Con una stagione ancora da chiudere nel migliore dei modi, magari centrando la conquista della Coppa Italia e la qualificazione alla prossima Europa League, in casa Milan iniziano le grandi manovre per l’individuazione del dopo Mihajlovic. Infatti il rapporto tra la società rossonera ed il tecnico serbo sembra essere giunto al capolinea con lo stesso Mihajlovic che avrebbe maturato la scelta di lasciare a fine stagione la panchina rossonera. Le motivazioni sembrano essere le stesse che hanno portato gli ultimi, almeno, quattro allenatori ad abbandonare Milanello poco dopo il loro approdo sulla panchina del Milan. Leonardo, Seedorf, Allegri e Inzaghi non hanno ” soddisfatto ” le aspettative presidenziali e stessa sorte sta toccando all’ex tecnico della Sampdoria il quale potrebbe pagare un campionato non ” all’altezza”  rispetto agli investimenti fatti dalla società la scorsa estate. Mihajlovic, che è un uomo dalla schiena dritta, preferisce andare via piuttosto che mantenere un incarico senza godere della fiducia necessaria per svolgere al meglio il proprio lavoro. E così il Milan  potrebbe ritrovarsi a dover individuare nei prossimi mesi il nuovo, ennesimo, allenatore dal quale ripartire. Diversi sono già i nomi che vengono accostati ai rossoneri per il dopo Mihajlovic. Da Roberto Donadoni, per riprendere la filosofia del ” Milan ai milanisti”, ad Eusebio Di Francesco, la cui investitura ufficiale è arrivata addirittura dallo stesso presidente del Sassuolo Squinzi.  Ma nelle ultime ore si è fatta strada anche un’ipotesi suggestiva e cioè quella del ritorno sulla panchina del Milan di un grande allenatore che ha fatto la storia dei rossoneri e cioè Fabio Capello. Sarebbe stato lo stesso presidente Silvio Berlusconi a contattare direttamente Capello e ad offrirgli la possibilità di tornare ad allenare il Milan.  Una scelta quella di Berlusconi legata sicuramente al profilo internazionale di Capello ed alla sua esperienza ritenuti fattori determinanti per guidare la risalita del Milan in Europa.  La proposta di Berlusconi, però, sarebbe stata rifiutata da Capello anche se la trattativa, ancora non materializzatasi come tale, potrebbe proseguire anche nelle prossime settimane. Dopo Ancelotti la scorsa estate adesso sarà un altro grande tecnico del passato ad essere pressato dalla società rossonera per tornare alla guida della formazione rossonera.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Morte Maradona, le reazioni social: "Per sempre. Ciao Diego"