Bertolacci: “Dispiace per questi due passi falsi, dobbiamo ripartire”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

bertolacci

Il centrocampista rossonero Andrea Bertolacci è ospite all’evento #TwitterSport, dove ha rilasciato alcune dichiarazioni ai cronisti presenti. Ecco quanto riportato da MilanNews.it:

Sui social: “Sono importanti per uno sportivo, ci avvicinano ai tifosi. Fa capire un po’ il nostro mondo e quello che viviamo quotidianamente”.

Sul palo di Verona: “La sfortuna mi dice male, anche la trasferta con l’Udinese, sarebbero stati sei punti e avremmo parlato di altre cose. Dobbiamo ripartire dal secondo tempo, ce la metteremo tutta. Arrivavamo da nove risultati positivi, non devono essere queste due partite a ributtarci indietro”.

Sull’aspetto mentale: “Dispiace per questi due passi falsi, dobbiamo ripartire. Ci aspetta una partita difficile con la Lazio, dobbiamo affrontarla con la giusta mentalità e il giusto atteggiamento”.

Ancora sui pali: “Ci sono grandi rammarici, venivo da sette gol nella stagione passata. Il gol è una via che trovo facilmente, purtroppo sia con l’Udinese che col Chievo sono andato sul palo. Un po’ devo aggiustare la mira, un po’ la fortuna”.

Sull’atteggiamento: “E’ un po’ il nostro campionato, a volte facciamo il primo tempo sottotono e poi entra in campo un’altra squadra. Non so perché, dobbiamo farci un esame di coscienza e capire perché. Quando giochiamo contro avversari alla nostra altezza entriamo con la mentalità giusta, a volte quando l’avversaria è alla nostra portata entriamo con l’atteggiamento sbagliato e questo una grande squadra non può farlo”.

Sul Milan che si sarebbe arreso: “Non è assolutamente vero, lunedì eravamo molto rammaricati, una squadra come la nostra dopo nove risultati utili consecutivi ha voglia di ripartite. Vogliamo dimostrarlo già domenica”.

Sulle parole di Abbiati: “Ci tengo a ribadire che le parole di Abbiati sono assolutamente costruttive. Ha fatto la storia qui, le sue parole devono servire per stimolo per chi è più giovane e chi non gioca con la mentalità giusta”.

Sui commenti alle prestazioni: “Fa parte del calcio, ognuno vede le partite a modo suo. Sto facendo delle partite buone, con un pizzico di bravura mia e fortuna avremmo parlato di altre cose. Non è così”.

Sulla Coppa Italia: “Dopo tre anni non facili abbiamo una possibilità importante. Ci aspettano nove partite di campionato alla finale penseremo a maggio”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: