Bolivia-Colombia 2-3: il craque Moreno mossa vincente

Pubblicato il autore: Alessandro Legnazzi Segui

Si gioca in altura. La Paz, sede del governo boliviano, ospita la quinta partita di qualificazione sudamericana al Mondiale 2018. Bolivia-Colombia sono le protagoniste di questo accaldato pomeriggio di La Paz, si gioca all’Estadio Hernando Siles, sito a 3640 metri sopra il livello del mare. Questo impianto da 45mila posti a sedere ha avuto una videnda molto tribolata poiché nel 2007 la FIFA decise di vietare le partite che si giocassero al di sopra dei 2500 m d’altura. Bolivia, Ecuador e la stessa Colombia protestarono vivacemente e, poco dopo, ottennero un allentamento della Federazione: il limite diventa 3000 m e la Bolivia gode di una deroga speciale, un unicum a livello mondiale.

Concacaf
PRIMO TEMPO BOLIVIA-COLOMBIA
A queste altezze diventa fondamentale la gestione delle energie: una corsa in eccesso diventa difficile da recuperare dal punto di vista polmonare. Bolivia favorita dalle condizioni ambientali, parte forte e al 4′ mette Cardozo in difficoltà Ospina con un tiro da fuori area. La Colombia di Pekerman attende rintanata sotto la linea di metà campo. Dopo dieci minuti Bacca lavora un’interessante palla dalla sinistra, la smista verso il centro per James Rodriguez… rete! Cafeteros in vantaggio con il madrileno che, dopo aver ricevuto dal milanista, supera un non irreprensibile Quiñonez con un destro molto preciso. É il centesimo gol da professionista per Rodriguez considerando anche i club nazionali

La partita s’incanala nei binari voluti da Pekerman, il suo 4-3-2-1 diventa un 4-4-1-1 con Cuadrado che si abbassa sulla linea dei centrocampisti. Lo juventino riceve un colpo a metà tempo che lo porta a zoppicare leggermente, l’infortunio passa scogliendo la corsa (i campioni d’Italia ne hanno già abbastanza dell’infermeria piena). Partita tosta a La Paz, Morales esce per una ferita alla testa, si siede in panchina per vedere l’assist di James Rodriguez per Bacca… rete! Al 42′ raddoppia la Colombia, scambio di favori tra i due attaccanti, ma ancora una volta Quiñonez non fa una gran figura.

SECONDO TEMPO BOLIVIA-COLOMBIA Ci sono ben quattro esordienti per i Cafeteros di Pekerman: sono Oscar Murillo (che gioca di fianco al Murillo dell’Inter senza vincoli di parentela), Diaz, Celis e Perez. Jaison Murillo tocca con il braccio la palla in area, è calcio di rigore: sul punto di battuta va Juan Carlos Arce… rete! Esecuzione perfetta, la Bolivia accorcia le distanze al 50′ ma che follia del centrale dell’Inter. Emerge la Verde che ha approcciato la ripresa con un altro piglio, Colombia in deficit aerobico.

La Bolivia perfeziona la rimonta al 62′ con la botta di Chumacero dentro la lunetta dell’area di rigore: è 2-2 a La Paz! Pekerman incredulo, resta paralizzato e senza espressioni in volto dopo il pareggio della squadra di Baldivieso. Tre minuti dopo Ospina salva sul colpo di testa di Duk. Debutta l’astro nascente Marlos Moreno, class ’96 del Nacionale di Medellin che fa gola a Porto e PSG: assist perfetto per Muriel che all’89’ ha la palla ideale per vincere ma il sampdoriano calcia addosso a Quiñonez. Il gol è nell’aria, Marlos Moreno apre per Cardona… rete! Al 92′ la Colombia vince la partita! 3-2!

La Verde ha sperato nella rimonta ma all’Estadio Hernando Siles di La Paz ha debuttato un potenziale fuoriclasse: Marlos Moreno. Male Juan Cuadrado e Luis Muriel.

Ecco la classifica provvosoria dopo Bolivia-Colombia:
Ecuador 12
Uruguay 9
Brasile 7
Cile 7
Paraguay 7
Colombia 7 *
Argentina 5
Bolivia 3 *
Perù 3
Venezuela 0
* una partita in più

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: