Conte convoca 28 giocatori, perché Astori e Ranocchia?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Antonio Conte reacts after the Cup of Italy Juventus vs Napoli at the Olympic StadiumIn vista della amichevoli contro Spagna e Germania, in programma il 24 e 29 marzo, il c.t. Antonio Conte ha convocato 28 giocatori, incluso l’infortunato Verratti, che verrà valutato a Coverciano. DEBUTTANO JORGINHO E BERNARDESCHI.  Poche o nulle le sorprese nella lista di Conte, ci sono i debutti di Jorginho e Bernardeschi a centrocampo e il ritorno di Giaccherini, vecchio pupillo del c.t. alla Juventus. In attacco, oltre ai soliti noti, ci sarà anche Giacomo Bonaventura, autore di una buona stagione in rossonero, elemento eclettico da poter sfruttare in varie zone del campo. Qualche perplessità destano le scelte di Conte per la retroguardia orfana di  Chiellini, ancora fermo per infortunio. I DUBBI SU ASTORI E RANOCCHIA. Conte ha chiamato tra gli altri Astori e Ranocchia, non propriamente tra i migliori difensori che il campionato possa offrire. Astori in particolare è reduce da un periodo piuttosto negativo con la Fiorentina, complice anche il calo di forma della squadra viola. Qualche suo grossolano errore è costato molto caro alla squadra di Paulo Sousa, valga per tutti la disastrosa prestazione offerta all’Olimpico contro la Roma. Ranocchia è un vecchio pallino di Conte, fin dai tempi del Bari, dopo la delusione interista l’ex genoano si sta lentamente ritrovando con la Sampdoria. Il rendimento di Ranocchia nelle file della squadre di Montella non sembra, tuttavia, giustificare una sua chiamata in Nazionale.NO A ROMAGNOLI. Detto che Barzagli, Bonucci e Chiellini sono le prime scelte di Conte per la difesa, stupisce il fatto che nell’elenco dei convocati manchi il nome di Alessio Romagnoli, giovane difensore del Milan, autore di una buona stagione in rossonero. Evidentemente Ccnte ritiene Romagnoli, così come Rugani, ancora non pronto per la Nazinale maggiore. Facile pensare che entrambi, a meno di clamorosi colpi scena, saranno assenti dalla spedizione francese di giugno.
CRISCITO SEMPRE ESCLUSO. Continua imperterrito l’ostracismo verso Domenico Criscito, uno dei pochi difensori italiani, juventini a parte, a giocare a livello internazionale con la sua squadra di club, lo Zenit San Pietroburgo. Le continue esclusioni di Criscito risultano sempre più incomprensibili, visto anche che il difensore scuola Juventus può ricoprire tutti i ruoli della difesa ed essere anche una valida alternativa come quinti di sinistra nel 3-5-2 tanto caro a Conte.
ULTIMI TRE MESI DA C.T. Antonio Conte va dritto per la sua strada, non mancherà certo occasione nei prossimi giorni a Coverciano per motivare le sue scelte, giuste o sbagliate che siano. Saranno gli ultimi tre mesi da commissario tecnico per Conte, ruolo che forse non ha mai sentito davvero suo, anche perché sembra che più da selezionatore continui a pensare e ad agire da allenatore di club, dimenticandosi forse che può convocare qualsiasi giocatore di passaporto italiano.
Ecco la lista completa dei convocati di Conte:  portieri: Gianluigi Buffon (Juventus), Mattia Perin (Genoa), Salvatore Sirigu (Paris Saint Germain/Fra); – difensori: Francesco Acerbi (Sassuolo), Luca Antonelli (Milan), Davide Astori (Fiorentina), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Matteo Darmian (Manchester United/Ing), Lorenzo De Silvestri (Sampdoria), Andrea Ranocchia (Sampdoria); – centrocampisti: Alessandro Florenzi (Roma), Emanuele Giaccherini (Bologna), Jorginho (Napoli), Riccardo Montolivo (Milan), Thiago Motta (Paris Saint Germain/Fra), Marco Parolo (Lazio), Roberto Soriano (Sampdoria), Marco Verratti (Paris Saint Germain/Fra); – attaccanti: Federico Bernardeschi (Fiorentina), Giacomo Bonaventura (Milan), Antonio Candreva (Lazio), Eder (Inter), Stephan El Shaarawy (Roma), Ciro Immobile (Torino), Lorenzo Insigne (Napoli), Graziano Pellé (Southampton/Ing), Simone Zaza (Juventus).

  •   
  •  
  •  
  •