Conte ha scelto? Preferirebbe Bernardeschi ad Insigne

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Conte
A giugno, ci saranno come sappiamo gli Europei di calcio in Francia. Per la prima volta, competizione iridata continentale a 24 squadre. Una specie di Mondiale, cui passeranno anche le migliori terze. L’Italia, non è stata inserita in un girone facile. E Conte lo sa. La difesa italiana, anzi, la juventina, saprà mantenere il record che tiene da 10 giornate in Italia? Buffon sarà imbattibile? Ma il tecnico azzurro (ancora per poco) Antonio Conte, è più preso dalle scelte da fare in attacco. Il ballottaggio, come capitò nel ’98 tra Baggio e Del Piero, o nel 2002 con Del Piero e Totti, quest’anno sarà tra Bernardeschi e Insigne. I due giovani, non hanno vinto ancora niente, rispetto ai campioni citati, ma l’Italia, questo ha, e deve fare di tutto per comportarsi bene in Francia. Il ranking mondiale non è consono alle vittorie storiche degli Azzurri, ed una riscossa, ci vuole. E sembra che Conte abbia già deciso. Preferirebbe Bernardeschi a Lorenzo Insigne. I due hanno compiuto e lo stanno ancor facendo, un ottimo campionato. Ma Insigne, ha qualche gol ed assist in più, che potrebbe fare la differenza. Ma sappiamo Antonio Conte com’è. Il caso di Insigne, che lasciò Coverciano, ad ottobre, dopo un infortunio al ginocchio, gli è rimasto impresso. E tra i due non corre un buon sangue. Per l’Italia, dal punto di vista tecnico-inventivo-fantasioso sarebbe una grossa perdita. Ma i tecnici non siamo noi, e non potremmo mai decidere chi far scendere in campo. L’Italia, in questi anni, ha fatto crescere ottimi portieri e difensori, ma di attaccanti se ne contano sulle punta delle dita. Perché? Perché si preferisce lo straniero, al talento di casa nostra, che potrebbe far bene. Se ci facciamo caso, anche le primavere italiane, tendono a far crescere ragazzi provenienti dall’Africa, li crescono in casa e girano in Italia per fargli fare le ossa. Potremmo solo sperare, che possano partecipare sia Bernarndeschi, che Insigne, in modo che la Nazionale, possa contare su due talenti, che saranno il futuro e la base anche per il prossimo Commissario Tecnico che sostituirà l’ex tecnico della Juventus, che già sta cominciando a fare lezioni d’inglese, per comandare a Stamford Bridge.

Leggi anche:  Juventus-Dybala: "É anche superfluo parlare di contratti per questa persona". La Joya è finita
  •   
  •  
  •  
  •